rotate-mobile
Cronaca Fondi

Inchiesta Damasco - Mafia a Fondi, arrestato Carmelo Tripodo

Il pluripregiudicato 57enne era stato arrestato nel 2009 nell'ambito dell'indagine "Damasco" e riconosciuto colpevole dei reati di associazione per delinquere di tipo mafioso e detenzione a fini di spaccio di stupefacenti

Arrestato a Fondi il pluripregiudicato Carmelo Giovanni Tripodo; dovrà scontare in carcere la pena residua di 4 anni, 6 mesi e 11 giorni di reclusione.

L’arresto nella giornata di ieri da parte dei carabinieri della locale tenenza che hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di Roma – ufficio esecuzioni penali nei confronti del 57enne non certo nuovo alla cronaca.

In relazione all’indagine denominata “Damasco”, condotta negli anni scorsi dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Latina, è stato riconosciuto colpevole dei reati di associazione per delinquere di tipo mafioso e detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Tripodo era stato arrestato nel luglio del 2009 insieme al fratello Antonio Venanzio, ad Aldo Trani e ad altre persone in esecuzione di un’ordinanza del Gip del tribunale di Latina sulla scorta delle indagini condotte dai carabinieri del nucleo investigativo di Latina che, come spiegano gli stessi militari, “avevano consentito di acclarare l’esistenza di un’associazione per delinquere di stampo mafioso, operante nel basso Lazio, finalizzata ad acquisire la gestione ed il controllo di attività economiche e commerciali, di concessioni, di autorizzazioni, di appalti e servizi pubblici avvalendosi del condizionamento operato dall’interno della pubblica amministrazione del Comune di Fondi”.

Il 57enne era stato poi condannato in primo grado con sentenza del Tribunale di Latina del dicembre del 2011; ora per lui si sono riaperte le porte della casa circondariale di via Aspromonte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Damasco - Mafia a Fondi, arrestato Carmelo Tripodo

LatinaToday è in caricamento