rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
La cerimonia

Strage di Capaci, il comandante Angelillo: "No a ogni forma di prevaricazione delle mafie"

Trentadue anni fa l'uccisione del magistrato Giovanni Falcone, della moglie e della scorta. La commemorazione anche a Latina, alla presenza delle autorità locali

Nella giornata di oggi, giovedì 23 maggio, anche a Latina, nel parco Locatelli in zona Q4, si è tenuta la cerimonia commemorativa per l’anniversario della strage di Capaci. Le celebrazioni si sono aperte con gli onori ai Caduti e la deposizione di una corona di alloro al monumento dedicato ai “Martiri di Fiesole”. Poi, le parole del comandante provinciale dei carabinieri di Latina, Christian Angelillo, che ha voluto ringraziare le autorità locali, le forze di polizia e una classe secondaria di 1° grado dell’Istituto comprensivo Don Milani di Latina che ha presenziato alla cerimonia.

"Non siamo qui per vivere la tragedia di quel passato che pure è stata forte - ha esordito il colonnello Angelillo - siamo qui perchè quel ricordo serva ad effettuare un esercizio di memoria verso il futuro e per dire no a ogni forma di prevaricazione delle mafie in qualunque modo intese”. Nel corso della cerimonia sono intervenuti anche la sindaca di Latina Matilde Eleonora Celentano, il procuratore della Repubblica di Latina Giuseppe De Falco e per finire il prefetto di Latina Maurizio Falco. La cerimonia si è poi conclusa con la piantumazione di una “talea dell’albero del Giudice Falcone” donata dal comando provinciale dei carabinieri di Latina al Comune di Latina, quale simbolo della stretta connessione tra impegno sociale e salvaguardia dell’ambiente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Capaci, il comandante Angelillo: "No a ogni forma di prevaricazione delle mafie"

LatinaToday è in caricamento