Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Maltempo, freddo in arrivo e rischio neve: sistema di protezione civile in preallerta

Riunione questa mattina; Regione Lazio: “Allertate tutte le Prefetture e invitati i Comuni ad attuare piani di emergenza”. Da domenica il peggioramento delle condizioni meteo

Riunione questa mattina, voluta dall’Agenzia regionale di Protezione Civile del Lazio con i rappresentanti dei coordinamenti delle associazioni di Protezione Civile. Un riunione in vista del peggioramento delle condizioni meteo previsto in particolare a partire da domenica quando, con l’arrivo di “Buran”, il vento gelido tipico delle steppe siberiane che sta per raggiungere anche il nostro Paese, ci sarà un drastico calo delle temperature non escludendo anche nevicate nel Lazio. 

“L’incontro - si legge appunto in una nota della Regione Lazio - è stato organizzato in considerazione della preallerta per il maltempo previsto a partire da domenica con possibili precipitazioni nevose anche in pianura, sul litorale, sulla città di Roma e su tutto il territorio regionale. Questo incontro rientra in un lavoro più ampio svolto da diversi giorni dall’Agenzia regionale di Protezione Civile. 

Sono già state contattate telefonicamente tutte le Prefetture per anticipare il contenuto di una nota volta a sensibilizzare gli Enti proprietari delle strade ad attuare puntualmente i Piani Neve e i Comuni, le Province del Lazio e la Città Metropolitana di Roma ad attuare le previsioni dei Piani di Emergenza. Le associazioni di Protezione Civile presenti sui vari territori stanno organizzando squadre supplementari per fronteggiare le eventuali situazioni più critiche”. 

L'appello dei cittadini 

Le risorse disponibili, sulla base dei dati risultanti dall’Elenco territoriale delle Associazioni di Protezione civile della Regione Lazio, sono: 63 lame spazzaneve, 115 Pick-Up idonei al servizio neve, 75 mezzi polifunzionali con assetto neve, 35 turbine a mano, 219 mezzi spargisale.

“Nella sala operativa permanente della Regione Lazio - prosegue la nota - saranno inoltre presenti a partire da domenica, per coordinare al meglio gli eventuali interventi sul territorio, tecnici dell’Azienda Strade Lazio (Astral) e rappresentanti dei Vigili del Fuoco. Considerate le possibili gelate l’Agenzia regionale di Protezione Civile del Lazio, in accordo con la stessa Astral, ha disposto quantitativi di sale stoccati in diversi punti della regione”. 

Sul portale web della Regione Lazio è presente in evidenza dalla giornata di ieri un decalogo utile ai cittadini in caso di nevicate e gelo, in particolare per quanto concerne gli spostamenti: www.regione.lazio.it/freddo. In caso di necessità, per interventi di assistenza alla popolazione, è attiva h24 la Sala operativa della Protezione civile della Regione Lazio al numero: 803 555.

“Seguiranno - conclude la Regione - eventuali allertamenti ufficiali con bollettini di criticità emessi dal Centro Funzionale Regionale dell’Agenzia regionale di Protezione Civile in relazione alle previsioni formulate dal Dipartimento nazionale della Protezione Civile”.

L’allerta meteo

Intanto un avviso di condizioni meteo avverse è stato emesso nelle scorse ore dal Dipartimento della Protezione Civile. Si legge che “dalla serata di oggi, venerdì 23 febbraio, e per le successive 24-36 ore, si prevedono sul Lazio: il persistere di precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forte raffiche di vento. Possibili mareggiate lungo le coste esposte”. 

Il Centro Funzionale Regionale ha pertanto diramato un bollettino di criticità in cui si prevede nelle Zone di Allerta del Lazio: codice giallo per rischio idrogeologico per temporali su Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Roma, Aniene e Bacini Costieri Sud; codice giallo per rischio idraulico diffuso su Bacino del Liri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, freddo in arrivo e rischio neve: sistema di protezione civile in preallerta

LatinaToday è in caricamento