Cronaca

Maltempo, arriva “Buran”: freddo e temperature in picchiata anche a Latina

Tra domenica e lunedì il gelo siberiano farà il suo ingresso in Italia. Un drastico calo delle temperature previsto anche nella provincia pontina. I consigli della regione per difendersi da “Buran”

Freddo e temperature gelide: farà sentire i suoi effetti anche su Latina e la provincia pontina “Buran”, il vento gelido tipico delle steppe siberiane che sta per raggiungere anche il nostro Paese. Per il week end è previsto l’arrivo dei gelidi venti di Buran che rischiano di far scendere sotto lo zero le temperature anche nel territorio pontino. Si tratta, spiegano gli esperti, di un evento davvero eccezionale per durata, estensione ed intensità, come non si vedeva da anni e che farà sicuramente parlare di sè.

In molti a guardare i dati e le immagini del satellite si spingono a pronosticare gelo e nevicate record, quantitativamente superiori a quelle del 1985 e del 2012. Tra domenica 25 e lunedì 26 febbraio il gelo siberiano farà dunque il suo ingresso anche sull’Italia. Un drastico calo delle temperature è previsto anche nella provincia di Latina; il picco è previsto per i primi giorni della prossima settimana.

Si preannuncia, dunque un fine febbraio all’insegna del freddo e de gelo; non si escludono nevicate.

L'appello ai cittadini di Latina

Il grande freddo in Italia

Accorgimenti e consigli

Intanto sul sito ufficiale, la Regione Lazio che sono attive “le linee operative per le emergenze invernali 2017/2018” che  sono state adottate dall’Agenzia regionale di Protezione civile del Lazio lo scorso novembre. “Si tratta di un quadro di azione per coordinare la capacità operativa del sistema regionale di protezione civile e garantire un efficace sistema di intervento, in caso di significative precipitazioni nevose o gelo. Fai click qui per conoscere nel dettaglio le linee operative”.

In caso di necessità è attiva h24 la Sala operativa della Protezione civile della Regione Lazio al numero: 803 555. Di seguito alcuni accorgimenti e consigli stilati dalla Regione Lazio per difendersi dalle ondate di freddo:

In casa
- è importante tenere sotto controllo i valori della temperatura domestica. I valori ottimali sono: temperatura ambiente 19-22°C e umidità dell’aria 40-50%;
- se puoi, regola la temperatura degli ambienti, curando anche l’umidificazione. L’aria troppo secca rappresenta un’insidia per la salute. Evita gli “spifferi” usando materiale isolante;
- fai attenzione allo stato dell’impianto di riscaldamento (tiraggio caldaie, pulitura canne fumarie, ecc.); l’intossicazione da monossido di carbonio è frequente e può avere gravi conseguenze. Non trascurare la comparsa di una sonnolenza persistente, eventualmente associata a vertigini, cefalea, nausea, diarrea e vomito;
- soprattutto le persone anziane e/o sole e le persone disabili potrebbero fare preventivamente scorte alimentari e avere una quantità sufficiente di medicinali disponibili e mantenere contatti frequenti con familiari e amici.

Abbigliamento fuori casa
- indossa indumenti che ti proteggano dal freddo e sempre sciarpa, guanti e cappello, scarpe impermeabili e antisdrucciolo;
- usa eventuali protettori per le labbra e creme idratanti;
- fai attenzione quando passi da un ambiente riscaldato a uno freddo e viceversa;
- è consigliabile uscire nelle ore meno fredde della giornata;
- nel caso di abbondanti precipitazioni nevose, oltre alla difficoltà nel camminare, valuta il rischio della caduta di rami dagli alberi, di neve congelata o di vere e proprie stalattiti di ghiaccio.

Alimentazione
- bevi abbondantemente, preferibilmente bevande calde (tè, tisane) o spremute di arancia;
- evita le bevande alcoliche perché causano dispersione di calore e abbassamento della pressione arteriosa;
- con il freddo l’organismo reagisce in maniera diversa e tende a consumare più calorie, quindi assumi più spesso pasti e bevande calde integrando la dieta con cibi ricchi di vitamine (verdura, frutta);
- mangia pasta con legumi o con verdure o carne e pesce per il giusto apporto di proteine. Latte e miele possono essere utili per aumentare il fabbisogno calorico.

In auto
- informati sul traffico e la viabilità prima di partire: https://infomobilita.astralspa.it;
- assicurati che la vettura sia in perfette condizioni, con gomme termiche e/o catene da neve;
- nei lunghi viaggi, porta con te alimenti, termos di bevande calde (tè o caffè) e acqua a sufficienza;
- tieni conto della ridotta visibilità quando le condizioni meteorologiche sono avverse;
- puoi munirti di una “metallina”, ovvero una coperta a basso costo che agisce per rifrazione e che impedisce ogni ulteriore dispersione di calore.

Farmaci
- fai attenzione alla modalità di conservazione dei farmaci che riportano la dicitura “non refrigerare” o “non congelare”, in quanto il principio attivo contenuto nel medicinale, con l’esposizione al freddo potrebbe degradarsi;
- alcuni farmaci possono interagire con i meccanismi con cui l’organismo si adatta al freddo e possono contrastare la termoregolazione. Alcuni farmaci alterano lo stato di vigilanza e possono diminuire la capacità di proteggersi dal freddo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, arriva “Buran”: freddo e temperature in picchiata anche a Latina

LatinaToday è in caricamento