menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Frana in via delle Case

Frana in via delle Case

Maltempo a Cori: smottamenti frane e allagamenti. La difficile conta dei danni

Bilancio pesante anche per il centro lepino. Smottamento in via Fontana del Prato dove domani iniziano gli interventi di messa in sicurezza; situazione difficile in via delle Cave. Si lavora per liberare le strade dal fango

Una notte difficile anche per Cori costretta ad affrontare le conseguenze dell’ondata di maltempo che non ha lasciato tregua a buona parte del nord della provincia. Numerosi sono i danni provocati dalle precipitazioni, particolarmente abbondanti e intense, che hanno fatto registrare il loro picco tra le 22.30 e l’una di notte. 

Amministrazione comunale, Protezione civile e Polizia locale si sono attivate già da ieri sera. Tre le ditte che stanno operando sul territorio da ieri sera, e che presumibilmente proseguiranno gli interventi anche domani. Intorno all’1 un importante smottamento si è verificato all’inizio di via Fontana del Prato; la strada era stata parzialmente liberata già alle due, mentre ora è percorribile in entrambi i sensi di marcia. Una frana a metà di via Gramsci è stata rimossa nelle prime ore del mattino. 

Smottamenti si sono verificati poi in via Lago Vetere e via delle Case, dove, fa sapere il Comune che ha tracciato un primo bilancio della situazione, si sta tuttora lavorando per liberare le strade, ma anche un tratto di in via del Casalotto. “La situazione più critica appare quella in via delle Case, dove si sono verificati sia uno smottamento che il cedimento di parte della carreggiata. Carreggiata invasa da pietre e sassi in via Vicinale San Francesco, dal fango in via delle Cupe. Ha ceduto parte del tetto degli ex lavatoi”.

Maltempo: nuova frana sulla Norma-Cori

Ancora si sono verificati allagamenti di cantine e abitazioni a piano terra, cedimenti di fogne (per cui è stata allertata Acqualatina) come in via degli Artigiani, ponticelli interrotti e smottamenti su diverse strade rurali. Danni anche sulle strade provinciali che collegano Cori ai centri vicini. Alcuni pali Enel appaiono non più sicuri, l’azienda è stata allertata.

“Alla luce di tutto ciò il Comune di Cori – così il sindaco Mauro De Lillis e l’assessore ai Lavori Pubblici Ennio Afilani - chiede alla Regione Lazio un sostegno straordinario per la messa in sicurezza del proprio territorio dopo il passaggio della bomba d’acqua di ieri sera, caso assolutamente eccezionale. Chiederemo la dichiarazione dello stato di calamità naturale”. Al momento, fanno sapere ancora dal Comune, si continua a lavorare per liberare le strade dal fango e tornare il prima possibile alla normalità. Domani sarà aperto il cantiere per la messa in sicurezza di via Fontana del Prato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento