Cronaca Priverno

Nubifragio a Priverno, il punto sulla gestione dell’emergenza

Il sindaco Delogu annuncia un incontro con i cittadini per illustrare i passi fatti per la gestione dell'emergenza dopo il nubifragio del 6 ottobre e l'iter da seguire per la richiesta dello stato di calamità naturale

Illustrare ai cittadini l’iter burocratico che si sta seguendo per la richiesta dello stato di calamità naturale, dei frequenti scambi di informazioni che intercorrono tra l'Amministrazione Comunale e la Regione Lazio e le altre istituzioni per capire i margini di manovra e i fondi a disposizione per questa emergenza.

Questo alla base di un incontro che il Comune di Priverno ha in programma di organizzare per le prossime settimane per fare il punto sulla situazione dopo la terribile ondata di maltempo e il violento nubifragio che domenica 6 ottobre si sono abbattuti sul comune lepino causando ingenti danni e forti disagi.

“Ciò che è accaduto – sottolinea il sindaco Delogu – è stato un fatto senza precedenti. Nonostante ciò, la macchina amministrativa e organizzativa ha saputo reagire prontamente e la cabina di regia organizzata nelle ore immediatamente successive all'acquazzone ha funzionato alla perfezione.

Sin dalle primissime ore della giornata i tecnici comunali, i vigili urbani, i volontari della protezione civile, le forze dell'ordine, la Provincia e tutti gli amministratori hanno iniziato a battere il territorio palmo a palmo, verificando lo stato delle cose e aiutando i cittadini a liberare le proprie abitazioni da acqua, fango e detriti. Per l'ennesima volta voglio ringraziare tutti coloro che vi hanno preso parte, dimostrando abnegazione e spirito di servizio”.

Il lavoro dell'Amministrazione, naturalmente, non finisce qui. Il sindaco, coadiuvato dall'Assessore Mauro Petrole e dagli altri membri della Giunta, sta predisponendo “tutti gli atti necessari affinché venga avviato un serio lavoro di ricognizione territoriale per la valutazione dei rischi idrogeologici. L'Ufficio Tecnico si è già attivato e si spera che i primi risultati arrivino a stretto giro di posta”.

Inoltre viene ricordato che i cittadini interessati dagli eventi calamitosi possono presentare la richiesta per l’eventuale risarcimento dei danni subiti entro le ore 13.00 il 15 gennaio 2014. Il modello, predisposto dall'Amministrazione Comunale, può essere scaricato dal sito istituzionale del Comune di Priverno (www.comune.priverno.latina.it) nella sezione Avvisi.

LA PRECISAZIONE – Ma il sindaco di Priverno, Angelo Delogu, ha colto l’occasione anche per fare una precisazione rispetto a quanto emerso negli ultimi. “Nessun incontro segreto, nessuna volontà di esclusione – commenta il primo cittadino -. A differenza da quanto riportato nei giorni passati dalla stampa locale, l'amministrazione comunale non ha organizzato alcun incontro ristretto sui fatti dello scorso 6 ottobre”.

“Dispiace – continua il sindaco – che qualcuno abbia travisato il senso di un incontro organizzato dal comitato di quartiere di Colle Menardo, al quale gli amministratori hanno partecipato solamente in veste di ospiti. Al momento, l'amministrazione comunale non ha ancora provveduto ad organizzare alcuna assemblea, ma posso assicurare che un primo incontro si terrà nelle prossime settimana. Ciò non toglie che sono sempre in Comune, pronto a ricevere i cittadini che abbiano dubbi o che vogliano avere chiarimenti in merito ai provvedimenti messi in campo dall’Amministrazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragio a Priverno, il punto sulla gestione dell’emergenza

LatinaToday è in caricamento