Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Maltrattamento di animali, il Nas di Latina sequestra 391 esemplari

Denunciato un allevatore della provincia di Frosinone: deteneva gli animali in spazi angusti, recinti improvvisati e in pessime condizioni igieniche con accumuli di escrementi non rimossi

Maltrattamenti di animali. Questa è l’accusa con cui i carabinieri del Nas di Latina hanno denunciato un allevatore della provincia di Frosinone alla Procura della Repubblica di Cassino.

Il provvedimento è arrivato nell’ambito di attività di indagine tese a garantire la tutela del benessere e della salute animale e al termine di un’ispezione congiunta con il locale Servizio Veterinario Ausl.

L’operazione ha consentito di accertare che l’allevatore, contrariamente a tutte le normative specifiche, "deteneva gli animali ed i volatili in condizioni incompatibili con le loro caratteristiche ed esigenze fisiologiche ed etologiche (come certificato dai medici veterinari dell’ Ausl)" costringendoli in spazi angusti, in gabbie e recinti improvvisati, mancanti di illuminazione naturale, di sistemi di abbeveraggio e di raccolta liquami nonché in pessime condizioni igieniche e con accumuli di escrementi non rimossi da lungo tempo.

Nella circostanza sono stati sottoposti a sequestro preventivo l’azienda e 391 esemplari di animali di varie specie, anche esotiche, quali volatili ornamentali (fagiani argentati e dorati, pavoni), migratori (cigni neri e bianchi), ed esotici (gru coronata, ibis, agapornis e cocoriti) nonché cani meticci ed animali da cortile vari (maialini vietnamiti, capre di razza nana, pecore, galline ornamentali, polli meticci vari, galline giganti di vari colori, galline ciuffate, oche di varie specie, anatre e tortore) che saranno ricollocati in altre strutture che ne garantiranno un corretto allevamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamento di animali, il Nas di Latina sequestra 391 esemplari

LatinaToday è in caricamento