Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Prima aggredisce la madre e il fratello disabile, poi rapina dell’auto un giovane: arrestato

Le manette, al termine di una giornata folle, sono scattate ai polsi di un ragazzo di 28 anni. Bloccato dalla polizia è stato portato in carcere. I fatti a Fondi

E' finita con un arresto la giornata folle di un 28enne di origini albanesi che dopo aver dato in escandescenza in casa contro la madre e il fratello, ha poi tentato di derubare un uomo della sua auto, mettendo infine a segno una rapina. Tutto è accaduto nella giornata di ieri a Fondi

L’intervento per una lite in un’abitazione

Nel primo pomeriggio, in seguito ad una segnalazione al 113 per una violenta lite in un’abitazione nella zona di Borgo Sant’Antonio, sono intervenuti gli agenti della Squadra Volante che hanno subito constatato la gravità dei fatti. Il 28enne, “già conosciuto per il suo cospicuo curriculum criminale”, dopo aver  litigato per motivi economici con la madre ed il fratello minore, peraltro con disabilità, preso dalla rabbia ha completamente messo a soqquadro l’intera abitazione, mandando in frantumi suppellettili, porte e finestre, arrivando addirittura a minacciare di morte i propri congiunti.

Non solo, ma nonostante la presenza dei poliziotti, ha impugnato un grosso asse di legno con il quale ha tentato di colpire violentemente alla testa il fratello. Pronto l’intervento degli agenti che sono riusciti a scongiurare il peggio. In accordo con l’Autorità Giudiziaria, il giovane è stato sottoposto alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa famigliare e denunciato in stato di libertà per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni e danneggiamenti.

L’arresto dopo la rapina

Ma il numero del centralino del 113 ha continuato a squillare anche nella serata di ieri: intorno alle 21, infatti, è arrivata la chiamata di un uomo che poco prima aveva subito un tentativo di furto della propria auto da parte di un giovane di nazionalità straniera, e poco dopo quella di un altro giovane di Fondi che ha richiesto l’intervento della polizia perché uno straniero minacciandolo con un coltello lo aveva rapinato della vettura, dandosi alla fuga in direzione di Terracina.

Dalle descrizioni fornite dalle vittime, gli agenti hanno individuato nel giovane albanese l’autore dei due episodi, verosimilmente, spiegano dalla Questura, “intenzionato a tornare presso la propria abitazione per aggredire nuovamente i suoi familiari”. Felice l’intuizione degli agenti che a circa un chilometro dall’abitazione di Borgo Sant’Antonio hanno intercettato la vettura rapinata al giovane fondano, condotta proprio dal 28enne, il quale è stato bloccato, senza non poche difficoltà. All’interno dell'auto rinvenuto il coltello utilizzato per compiere la rapina.

Stavolta nei confronti del ragazzo è scattato l’arresto per i reati di tentato furto aggravato e rapina aggravata, con conseguente traduzione presso la casa circondariale di Latina a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Gli accertamenti dopo l'incidente

Sono ora in corso ulteriori accertamenti da parte della polizia per verificare il coinvolgimento del 28enne in un’altra rapina commessa a Roma quando è stata rubata al proprietario con violenza una moto di grossa cilindrata. La stessa moto rubata, condotta anche senza patente proprio dal giovane albanese, è infatti rimasta coinvolta in un incidente con una vettura nella zona Salto di Fondi nel primo pomeriggio di lunedì scorso.       

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima aggredisce la madre e il fratello disabile, poi rapina dell’auto un giovane: arrestato

LatinaToday è in caricamento