Aggressioni, percosse e minacce contro la madre e la zia: 27enne finisce in carcere

L'intervento dei carabinieri è stato provvidenziale e ha consentito di interrompere le violenze che si stavano consumando tra le mura domestiche. Il giovane è accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate

Da tempo vessava e maltrattava i propri familiari, in particolare la madre e la zia. E ieri, dopo l’ennesima aggressione consumata tra le mura domestiche, è stato arrestato dai carabinieri e condotto in carcere. L’arresto è scattato per G.L., 27enne di Fondi, che in casa, per futili motivi, aveva aggredito, percosso e minacciato le due donne provocando loro lesioni personali.

L’intervento dei carabinieri della tenenza locale è stato provvidenziale e ha consentito di interrompere la violenza che stava per degenerare e avrebbe potuto avere conseguenze più gravi per le due vittime. Il giovane è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e minacce. Si trova ora in carcere a Latina a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento