Calci e pugni alla moglie che vuole lasciarlo e alla figlia minorenne, arrestato

Un marito violento è finito in manette a Terracina dopo ripetuti pestaggi e aggressioni ai suoi familiari e in particolare alla consorte che aveva scoperto la relazione extraconiugale dell'uomo

Maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. Con queste accuse è stato arrestato dalla squadra anticrimine del commissariato di Terracina un uomo di 50 anni, L.E.. L’uomo è finito ai domiciliari e per lui è stato disposto l’allontamento dalla casa familiare.

Le indagini hanno avuto inizio dopo una serie di segnalazioni e interventi della polizia nell’abitazione di famiglia dove il 50enne, che conviveva con la moglie e due figli di cui una minorenne, si era reso protagonista di aggressioni fisiche e maltrattamenti nei confronti dei suoi congiunti. Da circa due anni però aveva iniziato una relazione extraconiugale che non ha mai negato di avere ma che intendeva intrattenere parallelamente al rapporto con la moglie.

Alle legittime richieste della consorte, che più volte lo aveva invitato a prendere una decisione, rispondeva con umiliazioni e maltrattamenti. Più volte la moglie era stata picchiata picchiata sia tra le mura domestiche che per strada alla presenza di numerose persone. Recentemente il 50enne aveva picchiato anche la figlia minorenne che aveva cercato di proteggere la madre.

Gli investigatori grazie alle testimonianze acquisite e alle attività di ricerca documentale presso l’ospedale di Terracina, hanno ricostruito le ripetute aggressioni alle quali vanno aggiunti gli atti omissivi di cui lo stesso si è reso responsabile. Infatti l’uomo da molto tempo risulta nullafacente tanto da non poter provvedere ai bisogni della famiglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’epilogo della drammatica vicenda si è verificato quando, lo scorso mese di luglio, di fronte alla richiesta della moglie di mettere fine al matrimonio, aveva reagito aggredendola con calci e pugni e trascinandola fuori da casa. Il 50enne è ra ristretto ai domiciliari, con dispositivo di controllo elettronico e divieto di comunicare all’esterno con qualsiasi mezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

Torna su
LatinaToday è in caricamento