rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca

Da Latina a Roma: mamma e i suoi tre figli piccoli passano la notte in strada a Termini, aiutati dalla polizia

La 27enne di origini nigeriane arrivata nella Capitale con il marito che dopo aver lasciato lei e i bimbi ala stazionei si è allontanato sparendo. Il caso preso a cuore da due poliziotti che hanno trovato loro una collocazione

Arrivata a Roma da Latina ha passato un’intera notte al freddo in strada alla stazione Termini insieme ai suoi tre figli piccoli rischiando di dover dormire ancora nell’area dello scalo ferroviario capitolino: è la storia di una giovane donna di origini nigeriane di 27 anni aiutata da due poliziotti che dopo aver preso a cuore il caso si sono impegnati affinché lei e i suoi bimbi di appena 1, 3 e 5 anni potessero trovare una nuova collocazione presso un centro di accoglienza. 

Una storia raccontata da Mauro Cifelli su RomaToday. I due agenti del commissariato San Lorenzo sono intervenuti nel pomeriggio di venerdì 23 settembre presso l'Help center di via di Porta San Lorenzo a Roma in seguito ad una segnalazione che indicava la presenza "di alcune persone che non volevano uscire dal centro". Arrivati davanti allo sportello sociale che ha lo scopo di aiutare le persone in difficoltà ed indirizzarle verso le strutture dedicate della città - dove poter avviare percorsi di recupero e inserimento sociale - i poliziotti hanno però scoperto una storia drammatica e difficile, quella della 27enne senza fissa dimora e dei suoi tre bambini, due femminucce di 5 e 3 anni ed un maschietto di 1 anno e 2 mesi. 

In via di Porta San Lorenzo la giovane mamma aveva passato la notte precedente in strada; ascoltata ha raccontato agli agenti di essere arrivata da Latina assieme al marito che, dopo aver lasciato lei e i figli a Termini, si è allontanato sparendo. Come hanno riferito gli operatori dell'Help Center la mamma si era già presentata il giorno prima al loro sportello con la stessa richiesta d’aiuto, ma nonostante le chiamate alla sala operativa sociale, alla Caritas e ad altre strutture ecclesiastiche, nessuno aveva disponibilità di posti letto, almeno sino a lunedì 26 settembre, con la donna che si è trovata costretta a dormire la notte fra giovedì e venerdì nei pressi della stazione. 

Compresa la situazione e l’impossibilità di far trascorrere alla donna e ai suoi bambini un’altra notte in strada presso lo scalo ferroviario, con tutti i pericoli che questo comporta, i poliziotti sono riusciti a convincerla ad uscire dall'Help Center promettendole che le avrebbero trovato una collocazione. Avvisato il commissariato Viminale, competente per territorio, sono stati gli stessi poliziotti - dopo aver contattato invano altre strutture di accoglienza - a mettersi in contatto con un operatore della comunità di Sant'Egidio che, di concerto con la sala operativa del Comune di Roma, è poi riuscito ad attivare l'intervento dell'unità operativa di strada "Medihospes" con gli operatori che giunti a Termini si sono resi conto della situazione e della necessità di trovare una collocazione alla donna ed ai suoi figli. 

Poco dopo è stata quindi trovata una struttura disponibile dove la 27enne e bimbi sono stati accompagnati dai poliziotti dopo l’esito negativo del test per il Covid-19 a cui sono stati sottoposti al policlinico Umberto I e dove tutti e quattro hanno potuto così trovare un posto sicuro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Latina a Roma: mamma e i suoi tre figli piccoli passano la notte in strada a Termini, aiutati dalla polizia

LatinaToday è in caricamento