Cronaca

Manutenzione delle scuole, Pd: “Pochi fondi stanziati dal Comune”

"600mila euro per la manutenzione ordinaria ma ne servirebbero oltre 20 milioni; le somme stanziate nel bilancio 2014 non bastano nemmeno ad aggiustare una caldaia" commenta il consigliere Porcari

Le somme stanziate nel bilancio 2014 non bastano nemmeno ad aggiustare una caldaia”: questa la denuncia del consigliere del Pd, Fabrizio Porcari, in riferimento ai fondi dal Comune per la manutenzione ordinarie delle scuole del capoluogo pontino.

“Per la manutenzione e la messa a norma delle scuole materne, elementari e medie di Latina e per dotare ogni edificio scolastico delle certificazioni necessarie in materia di sicurezza servirebbero circa 21 milioni di euro, ma le somme impegnate dall’amministrazione nel 2014 per la sola manutenzione ordinaria dei plessi di cui il Comune è responsabile sono pari a 600mila euro, ovvero circa 8mila euro a scuola - affonda il consigliere -. Per interventi di manutenzione straordinaria non è stato stanziato un solo euro e tutte le scuole di Latina risultano sprovviste del certificato di prevenzione incendi”.

Tra scuole materne, elementari e medie si contano in città 75 immobili. “Secondo uno studio affidato a un soggetto esterno due anni fa e costato 80mila euro – spiega il consigliere del Pd – per gli interventi di manutenzione necessari nelle scuole del primo ciclo di studi presenti sul territorio comunale servirebbero circa 20 milioni di euro. Un altro studio, fatto anch’esso due anni fa da un professionista esterno per 30mila euro, indica che l’adeguamento delle centrali termiche delle scuole alla normativa ci costerebbe 600mila euro, ma è uno studio già obsoleto perché la normativa di riferimento è cambiata nei primi mesi del 2014.

Basta anche solo la prima analisi a capire che quanto stanziato per la manutenzione dei plessi scolastici nemmeno basta ad aggiustare una caldaia nel caso si rompa. E non bastano i 40mila euro stanziati in assestamento di bilancio, una mossa con cui l’amministrazione è corsa ai ripari dopo che si è accorta della ‘svista’”.

“Tutto questo - sottolinea Porcari - prova che quest’amministrazione non pianifica su un settore strategico come quello della scuola e dell’istruzione, soprattutto dal punto di vista della sicurezza. Non vogliamo fare allarmismo, ma vorremmo ci fosse più attenzione per un settore importante come questo. Va bene il taglio dei trasferimenti, va bene che le casse comunali sono esangui, ma c’è da rilevare che per altri, a volte anche inutili interventi i soldi si sono trovati.

Capiamo che le risorse sono sempre meno, ma si potrebbe programmare una pianificazione pluriennale e fare negli anni tutti gli interventi di cui necessitano le scuole cittadine. Soprattutto perché non intervenire non fa che peggiorare la situazione, i problemi di oggi ci costeranno ancora di più domani”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manutenzione delle scuole, Pd: “Pochi fondi stanziati dal Comune”

LatinaToday è in caricamento