Cronaca

Mare sporco a Latina, Zuliani: “Ora a lavoro per il prossimo anno”

Il monito della consigliera Pd: "L'acqua sporca è un fattore penalizzante per il nostro territorio. Dobbiamo impegnarci a risolvere il problema che non può essere trascinato di anno in anno"

È stato sicuramente l’argomento più discusso dell’estate: il mare sporco che ha interessato non solo il capoluogo pontino, ma in buona parte tutto il litorale della provincia.

I dati diffusi dall’Arpa sulla qualità delle acque del mare di Latina parlano di acqua sì sporca, ma non inquinata. Ma lo stesso la stagione estiva di bagnanti e turisti è stata caratterizzata da malumori e preoccupazioni.

Qualcosa poteva essere fatto per prevenire tutto questo? Secondo la consigliera comunale del Pd Nicoletta Zuliani sì, e quanto accaduto quest’anno deve essere di insegnamento per evitare che l’anno prossimo lo stesso problema si ripeta.

“Il problema dell’acqua sporca, non inquinata secondo i dati dell’Arpa Lazio, ma sporca certamente, è un fattore penalizzante per il nostro territorio”, afferma la Zuliani commentando i primi dati diffusi sulla qualità delle acque del mare di Latina.

“Le passerelle per raggiungere la spiaggia e la pulizia dell’acqua del mare devono essere le priorità di un’amministrazione che si occupa di un lungomare – suggerisce la consigliera – perché se chi va a mare non riesce a bagnarsi per via di liquami maleodoranti e sporcizia che invade le acque a risentirne è la qualità dell’offerta costiera ai turisti”.

“Purtroppo l’amministrazione nonostante tanti proclami ha lasciato che la stagione estiva cominciasse tra il lassismo e il degrado. Dovrebbe entrare in azione la famosa filiera di governo che questa maggioranza ha ostentato in campagna elettorale – sollecita la Zuliani – ma che non ha mai funzionato perché purtroppo esistono solo delle individualità e non un vero lavoro collettivo per il bene comune. Una filiera che in diverse occasioni è diventato un vero e proprio corto circuito istituzionale a tutto discapito dei cittadini”.

“Da settembre dobbiamo impegnarci a risolvere il problema delle acque pulite del mare per l’anno prossimo - conclude la consigliera Nicoletta Zuliani – non dobbiamo più permettere il trascinarsi della situazione di abbandono di anno in anno. I problemi vanno affrontati una volta per tutte alla causa e non quando si mostra un sintomo particolarmente preoccupante come quello del mare sporco”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mare sporco a Latina, Zuliani: “Ora a lavoro per il prossimo anno”

LatinaToday è in caricamento