Cronaca Torre la Felce / Via Saturnino Piattella

Maremmani nei rovi. Un volontario: “Inavvicinabili, chiediamo aiuto”

Cinque cani vivono in stato di abbandono tra i cespugli di via Piattella a Latina. Sono selvatici e continuano a figliare facendo branco. Molti cuccioli sono andati dispersi, altri sono morti

Da mesi si trovano in stato di abbandono e sopravvivono solo grazie all’intervento di 6 volontari che si stanno prendendo cura di loro.

È la drammatica condizione di 5 cani, 3 maremmane femmine abbandonate, un maschio e una meticcia, inavvicinabili e selvatici che continuano ad accoppiarsi fra loro lasciando nei rovi di via Piattella, vicino al canale Mussolini, cucciolate destinate a morire o a crescere in maniera selvaggia.

L’allarme è stato lanciato da uno dei 6 volontari che da mesi si prende cura dei cani, Giovanni Ciattaglia. Durante i loro interventi sono riusciti a recuperare 12 cuccioli tra i 30 e 50 calandosi nei rovi e tagliando le piante, ma 4 di 5 mesi sono completamente inavvicinabili, molti altri sono ancora dispersi  tanti purtroppo morti.  

La situazione si fa grave ogni giorno di più: le tre femmine di maremmano presto andranno in calore e restano ancora le madri da catturare e sterilizzare. Il rischio è che gli animali possano crescere di numero in maniera spropositata – dai 30 cuccioli attuali se ne prospettano almeno una sessantina per le primavera – continuando a fare branco e diventando ancor più inavvicinabili, con grande pericolo anche per la vicina strada soggetta a traffico.

Quello dei sei volontari è un grido di allarme, ma anche una forte richiesta di aiuto. Più volte hanno convocato i responsabili della Asl che dopo un breve sopralluogo sono andati via, mentre i vari veterinari chiamati chiedono cifre troppo alte.

C’è bisogno dell’intervento di persone esperte che finalmente possano mettere in salvo questi cani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maremmani nei rovi. Un volontario: “Inavvicinabili, chiediamo aiuto”

LatinaToday è in caricamento