rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Cori

Medico accusato di violenza sessuale su una sua paziente

Il sostituto procuratore Eleonora Tortora ha chiesto in rinvio a giudizio per un professionista pontino. Avrebbe avuto una relazione con la presunta vittima, poi la violenza dopo una cena

E' accusato di aver costretto una sua paziente, con la quale aveva avuto una relazione, a un rapporto sessuale. E' finito in tribunale il caso di un medico di Cori denunciato da una ragazza che ha circa trenta anni meno di lui con la pesante accusa di violenza sessuale.

I fatti, inseriti in un fascicolo coordinato dal sostituto procuratore Eleonora Tortora risalgono alla notte tra il 13 e il 14 marzo del 2010 a Cori: secondo la ricostruzione la violenza sarebbe stata consumata a casa dell'uomo al termine di una cena.

I due avrebbero avuto una relazione sentimentale, poi degenerata. Quella sera avrebbero cenato a casa del professionista, ma poi la presunta vittima avrebbe rifiutato le sue avances, decidendo di voler andare via. Stando a quanto denunciato ai carabinieri, l'uomo non avrebbe digerito il no, trascinandola in camera da letto dove l'avrebbe costretta a un rapporto sessuale completo. La donna sarebbe stata anche segregata per tutta la notte, riuscendo a liberarsi solo la mattina dopo.

Questo il quadro che ha portato la procura a chiedere il rinvio a giudizio sul quale si sarebbe dovuto esprimere ieri il giudice per l'udienza preliminare Mara Mattioli. A causa dello sciopero degli avvocati il tutto è slittato all'otto luglio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medico accusato di violenza sessuale su una sua paziente

LatinaToday è in caricamento