Rolex falsi e borse griffate contraffatte, maxi sequestro a bordo del treno

E’ quanto hanno scoperto le  Fiamme Gialle del Gruppo di Formia, nell’ambito delle attività di controllo del territorio per la prevenzione e la repressione degli illeciti relativi al fenomeno della contraffazione dei marchi di fabbrica

Cinquecento orologi di note marche come Rolex, Omega, Bulgari, Ferrari e decine di borselli e marsupi griffati. Tutto contraffatto. E’ quanto hanno scoperto le  Fiamme Gialle del Gruppo di Formia, nell’ambito delle attività di controllo del territorio per la prevenzione e la repressione degli illeciti relativi al fenomeno della contraffazione dei marchi di fabbrica.

I controlli sono stati intensificati sulle principali arterie stradali e ferroviarie del sud pontino. Proprio nel corso di queste  attività, durante le verifiche a bordo dei treni in transito tra Formia e Latina sulla tratta ferroviaria inserita nella direttrice Napoli – Roma, una pattuglia di Baschi Verdi ha individuato e fermato, sul treno regionale diretto a Roma, nel territorio del comune di Itri, un trentenne originario della Mauritania con al seguito un borsone che, per le dimensioni, ha fatto sorgere sospetti nei militari. La pattuglia, dopo aver chiesto al giovane le proprie generalità e di mostrare il contenuto del borsone, ha scoperto che lo stesso conteneva più di 500 orologi riportanti i marchi più noti del mercato: Rolex, Omega, Bulgari, Emporio Armani, Ferrari, Daniel Wellington e Chanel.

Sul fondo del borsone, inoltre, sono stati rinvenuti anche decine di borselli a tracolla e marsupi, griffati Louis Vuitton e Gucci. Tutti gli articoli, palesemente contraffatti, sono stati sottoposti a sequestro per contraffazione e ricettazione e il cittadino extracomunitario è stato accompagnato presso la caserma di Formia per una più completa identificazione. L’uomo, munito di regolare permesso di soggiorno, è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Cassino. Le ulteriori attività di indagine in corso sono indirizzate al fine di accertare l’effettiva provenienza della merce sequestrata e di ricostruire la catena di distribuzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento