Cronaca

Metro leggera, Porcari: “Un’opera costosissima in ogni caso”

Il consigliere del Pd: "Il Comune lega la realizzazione della metro ai 7,5 milioni di euro annuali richiesti alla Regione, ma nell'era Zaccheo tutti compatti votarono l'opera senza copertura finanziaria"

Le indecisioni dell'amministrazione comunale sulla metro leggera rischiano di pesare e non poco anche sulle tasche dei cittadini qualsiasi sarà la strada intrapresa. Questa in sostanza l'accusa che il consigliere del Pd, Fabrizio Porcari, muove al Comune di Latina.

“Questa maggioranza ha votato la metropolitana leggera nella scorsa consiliatura e adesso vuole scaricare sulla Regione Lazio la responsabilità di un’opera che costerà tantissimi soldi ai cittadini di Latina sia nel caso di realizzazione sia nel caso contrario” ha commentato Porcari che ieri ha partecipato alla commissione Bilancio nella quale è intervenuto in audizione il dirigente responsabile che ha lanciato l’allarme: se entro pochi mesi il Comune di Latina non chiarirà la sua posizione rispetto alla metro leggera il Ministero procederà con il definanziamento dell’opera.

“La maggioranza adesso vuole scaricare tutta la responsabilità sulla Regione – commenta il consigliere del Pd – legando la realizzazione dell’opera alla concessione da parte della Regione Lazio del contributo annuale di 7 milioni e mezzo di euro richiesto come contributo chilometrico e  per la gestione dell’opera che la Regione non ha mai garantito. Come dire più che una richiesta è una speranza. La Fanti è stata assessore alla mobilità nell’era Zaccheo, oggi è assessore nella giunta Di Giorgi – ricorda Porcari -; lo stesso Di Giorgi all’epoca era presidente della Commissione Mobilità, ora è sindaco; ben 18 (compreso il sindaco) degli attuali componenti della maggioranza facevano parte della vecchia amministrazione che ha votato un progetto con sicura perdita di esercizio senza copertura finanziaria e adesso, qualora la Regione non dovesse accettare la richiesta di contributo di 7,5 milioni, ci espongono al rischio del pagamento delle penali che sono state stimate intorno ai 12/14 milioni di euro”.

Il centrodestra pontino "continua nella reiterata abitudine degli annunci di opere faraoniche che non vengono realizzate e lasciano debiti per decenni. Avevano raccontato alla città che si trattava di un’opera a costo zero, e invece anche qualora non venisse realizzata la metro è già costata 350mila euro di consulenze – spiega ancora il consigliere del Pd – e due milioni e mezzo di mutuo che il Comune ha dovuto accendere per cofinanziare un’opera che a oggi sarebbe dovuta essere quasi completata e operativa e invece è ancora nel limbo delle indecisioni di questo Comune".

"Questa maggioranza deve assumersi le sue responsabilità – conclude il consigliere del Pd Fabrizio Porcari – perché sarà difficile per la Regione, già impegnata nel risanamento dei conti del Cotral con le casse in rosso lasciate dalla precedente amministrazione, reperire risorse e dare seguito alla richiesta scellerata avanzata dal Comune di Latina. In questo caso che cosa farà l'amministrazione Di Giorgi per riparare a questo danno che loro stessi hanno creato? Sarebbe corretto che lo dicesse in modo chiaro e trasparente a noi dell'opposizione ma soprattutto alla città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro leggera, Porcari: “Un’opera costosissima in ogni caso”

LatinaToday è in caricamento