Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Metro leggera a Latina, il Ministero blocca i finanziamenti pubblici

L'annuncio è di Metro Bugia che ha fatto anche sapere come lo stesso Ministero, vista la condizione di stallo, è in procinto di presentare il problema alla Commissione di Alta Vigilanza

Si torna di nuovo a parlare della metro leggera di Latina. E a farlo è  il comitato Metro Bugia il quale fa sapere che il Ministero ha deciso di bloccare i finanziamenti per l’ormai famosa infrastruttura pontina.

Ma la novità non è solo la sospensione dell’erogazione dei finanziamenti; sempre come fa sapere il comitato, pare infatti che lo stesso Ministero, alla luce della condizione di stallo permanente, è in procinto di presentare il problema, nella prima seduta utile, alla Commissione di Alta Vigilanza.

Così scrive Metro Bugia

“In data 27/01/2012 codesto comitato inviava al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti un ampio dossier in cui si ripercorreva l’iter dell’opera, analizzandone minuziosamente le svariate e ormai note problematiche e chiedendo nel contempo di verificare quanto documentato. Infine si richiedeva al Ministero se avesse intenzione di intervenire per quanto di sua competenza.

Il Ministero nella nota del 24.4.2012 inviata al comitato evidenziava che il Comune aveva mancato di fornire riscontro di quanto richiestogli con note del 13/03/12, del 19/3/2012, nonché verbalmente nel corso di un incontro, e cioè di “relazionare con urgenza in merito alle osservazioni sollevate nel dossier dal Comitato Metro Bugia”.

Il Ministero rappresenta altresì che in relazione alle problematiche sollevate nella nota del comitato e nella preoccupazione che i lavori di realizzazione della infrastruttura di Latina non potessero essere ultimati in concomitanza con la fornitura dei veicoli, ha disposto la sospensione dell’erogazione del finanziamento statale e la stessa ha avuto effetto sin dal 2° certificato di pagamento sul quale non è stato liquidato l’importo relativo al finanziamento statale.

Non basta. Il Ministero ci fa anche sapere che l’Ufficio considerata la situazione di stallo permanente è “in procinto di presentare il problema, nella prima seduta utile, alla Commissione di Alta Vigilanza ex D.M. 37T del 13/04/95, per le conseguenti valutazioni da sottoporre al C.I.P.E.”
Il nostro sentore che per una seria analisi della questione bisognava abbandonare il tentativo di interazione con la nostra amministrazione, assolutamente insensibile a qualunque stimolo, per rivolgerci ai piani “più alti”, forse è stato proficuo.

Noi del comitato non abbiamo mai perso la speranza di evitare quello che riteniamo una vera “iattura” per la nostra città. Pertanto continueremo come prima e più di prima nella nostra azione civica a favore della collettività non mancando di informare puntualmente gli organi stampa, senza dei quali la nostra azione sarebbe stata probabilmente vana.

A proposito: è recente la notizia del pagamento di 251.000 € a favore di professionisti esterni per prestazioni a supporto del RUP. Non vorremmo, essendo i finanziamenti statali sospesi, che il pagamento di tale parcella sia stato impropriamente corrisposto dal Comune di Latina. Ma non si era detto che doveva essere un opera a costo zero?”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro leggera a Latina, il Ministero blocca i finanziamenti pubblici

LatinaToday è in caricamento