“Il mio testo libero”: il nuovo progetto del Comune per l’integrazione dei migranti

Rientra nell’ambito del protocollo d’intesa siglato dall’Amministrazione di Latina con la Prefettura. Ha come obiettivo l’inserimento dei rifugiati nel tessuto sociale della comunità

Si chiama “Il mio testo libero” il nuovo progetto del Comune di Latina nell’ambito del protocollo d’intesa sottoscritto con la Prefettura per l’integrazione dei migranti ospitati nelle strutture di accoglienza straordinaria presenti sul territorio di Latina. 

Un progetto promosso con la collaborazione di tre cooperative, Astrolabio, Karibù e Il Quadrifoglio, e sette associazioni del Terzo Settore; saranno coinvolti più di 20 volontari tra gli ospiti dei centri d’accoglienza presenti sul territorio, 108 scuole e 7 librerie della città. 

L’iniziativa, curata dall’Assessorato alle Politiche di Welfare in collaborazione con gli Assessorati all’Istruzione, alle Attività Produttive e alla Partecipazione, è stata illustrata questa mattina in Comune. 

“Nasce - spiegano da piazza del Popolo - per rispondere a più esigenze: 
- la necessità di riciclare i testi scolastici non più utilizzabili perché di edizioni superate o non più commercializzabili;
- la possibilità di riutilizzare libri di narrativa, saggi e altri testi per contribuire ad accrescere le risorse disponibili alle scuole del territorio e ai corsi di italiano per stranieri;
- il desiderio di creare micro librerie in contesti di intrattenimento e sale di attesa pubbliche e private con particolare attenzione a titoli per bambini e bambine;
- avviare laboratori artistici interamente dedicati al riciclo della carta”. 

migranti_mio_testo_libero_comune_latina_1

I migranti, muniti di tesserino di riconoscimento, saranno impegnati in tutte le fasi operative del progetto: dalla raccolta dei testi scolastici obsoleti e dei libri in genere alla selezione, catalogazione e smistamento nei punti individuati dall’Amministrazione comunale. Saranno accompagnati e seguiti in questa esperienza da operatori messi a disposizione dalle cooperative che operano in convenzione con la Prefettura e che faranno da tutor. 

“Il mio testo libero” ha come obiettivo l’inserimento dei rifugiati nel tessuto sociale della comunità che li ospita, è stato spigato questa mattina dall’assessore Patrizia Ciccarelli. “Come per le altre attività avviate nell’ambito del protocollo siglato con la Prefettura anche questo progetto è finalizzato ad occupare gli ospiti dei centri di accoglienza, a ridurre gli spazi di inattività coinvolgendoli in percorsi concreti di formazione nell’attesa che l’iter necessario al riconoscimento o meno del loro status di rifugiati giunga a compimento. Ci auguriamo che tale esperienza possa metterli in contatto in modo positivo con le famiglie, gli studenti e i commercianti di Latina”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale nello studio di una professionista, arrestato un giovane di 21 anni

  • Incidente sull'Appia, scontro tra auto e moto: la vittima è Sacha Carnevale

  • Coronavirus Latina: dopo due giorni a zero, un nuovo caso in provincia. Calano i ricoverati

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

  • Coronavirus: 5 nuovi contagi nel Lazio. Aumenta anche il numero delle persone guarite

  • Coronavirus: un solo caso in provincia, 11 nel Lazio con 72 guariti in 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento