Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Fondi

Dà in escandescenze per avere i soldi: le minacce ai genitori con un coltello

Gli agenti della polizia, allertati dal padre, hanno arrestato un ragazzo a Fondi. Anche la cugina aveva denunciato le sue condotte violente

Maltrattamenti ed estorsioni ai danni dei genitori: questa l’accusa con cui gli agenti del Commissariato di Fondi hanno arrestato un giovane che aveva reso un inferno la vita della madre e del padre con condotte violente finalizzate ad avere denaro. 

Il culmine della situazione è stato raggiunto nella mattinata di sabato 22 giugno quando la polizia è intervenuta dopo la richiesta del padre che, impaurito dal comportamento del figlio, ha allertato il numero unico di emergenza. Il ragazzo infatti, secondo quanto ricostruito, si era recato presso l’abitazione dei genitori chiedendo insistentemente di entrare, pretendendo da loro denaro e tentando addirittura di sfondare il portone dell’abitazione. Al rifiuto da parte di madre e padre, il ragazzo ha iniziato a minacciarli di morte, mimando anche il gesto di una pistola, prima di spostarsi verso casa di una cugina, anche qui con l’intento di farsi consegnare del denaro, salvo poi allontanarsi nuovamente.

Individuato dai poliziotti, il giovane è stato accompagnato presso gli Uffici di polizia dove si sono recate anche le vittime. Sia i genitori che la cugina del ragazzo hanno denunciato le sue condotte; il padre ha anche raccontato che nella notte precedente il giovane, armato di coltello, gli aveva richiesto dei soldi che lui gli aveva consegnato per il timore che potesse far del male agli altri familiari presenti in casa. Lo stesso scenario è stato denunciato dalla madre, anche lei minacciata di morte per le continue richieste di denaro del figlio, schiavo del vizio della droga e del gioco.

Le dichiarazioni fornite dalle vittime e i riscontri acquisiti dai poliziotti, spiegano dalla Questura di Latina, “hanno delineato un quadro di condotte violente subite dai familiari del giovane, soggetto particolarmente pericoloso e instabile, che ne hanno portato all’arresto per maltrattamenti ed estorsione e alla denuncia in stato di libertà per la rapina ai danni del padre”. Informato il pubblico ministero di turno, su sua disposizione il ragazzo è stato condotto presso il carcere di Latina, in attesa di convalida. Nella giornata di ieri è stato convalidato l'arresto, e il ragazzo è stato rimesso in libertà; per lui è stato disposto il divieto di avvicinamento alle persone offese.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dà in escandescenze per avere i soldi: le minacce ai genitori con un coltello
LatinaToday è in caricamento