Paura in viale Nervi: un uomo si cosparge di benzina e minaccia di darsi fuoco. Salvato

E' accaduto nella mattinata di oggi a Latina in un'abitazione in viale Nervi. L'uomo è lo stesso che circa un mese fa era salito su una gru minacciando di gettarsi nel vuoto. Provvidenziale l'intervento della polizia

Dopo essersi cosparso di benzina ha minacciato di darsi fuoco. Momenti di tensione si sono vissuti questa mattina in viale Pierluigi Nervi a Latina.

Scattato l’allarme, intorno alle 9, sul posto si sono precipitati polizia e sanitari del 118 che sono riusciti ad evitare il peggio bloccando l’uomo, un 30enne di origini francesi, e facendolo desistere.

Lo stesso uomo circa un mese fa - era il 13 gennaio -, agendo per problemi dovuti alla mancanza di lavoro, dopo essere salito su una gru in viale Le Corbusier aveva minacciato di buttarsi nel vuoto. Dopo un paio d’ore era stato convinto a scendere. 

Questa mattina, poco dopo le ore 9.00, alcuni abitanti dello stabile ubicato in questa Via P. Nervi, 314, hanno segnalato al centralino di soccorso pubblico “113” che un condomino si era barricato in casa e minacciava di darsi fuoco.

AGGIORNAMENTI - L'allarme è stato lanciato dai residenti della palazzina al civico 314 di viale Nervi che al centralino del 113 hanno segnalato la presenza di un condomino che si era barricato in casa minacciando di darsi fuoco. Immediato sul posto l'intervento della Squadra Volante mentre sono stati allertati anche i vigili del fuoco.

Arrivati presso l'abitazione del 30enne i poliziotti hanno bussato alla porta tentando di ricondurre alla ragione l’uomo che voleva tentare l’insano gesto. Non ricevendo alcuna risposta e constatando che, effettivamente, dall’abitazione fuoriusciva un forte odore di combustibile, senza alcuna esitazione gli agenti hanno forzato il portone entrando all’interno dell’appartamento.

Una volta entrata la polizia ha trovato l'uomo cosparso di liquido infiammabile mentre con la mano brandiva un accendino minacciando di darsi fuoco; prima, durante il suo stato di follia, aveva anche distrutto i vetri di alcune finestre, diversi elettrodomestici ed una stufa a cherosene, provocando la dispersione del liquido infiammabile nella camera da letto e nei locali adiacenti.

Entrati in casa gli agenti lo hanno subito bloccato e convinto a desistere dal suo intento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento