Il Ministro Orlando al tribunale di Latina: "a breve organico potenziato"

Lungo pomeriggio in Tribunale per il guardasigilli e il suo staff. "Porteremo la scopertura dell’organico dal 30 al 20%. Quello di Latina è un tribunale in prima linea, qui si stanno determinando fenomeni che un tempo erano tipici solo del profondo sud”

Battaglia contro gli arretrati, potenziamento dell’organico amministrativo e dei magistrati. Sono questi i temi centrali sui cui si è concentrato il Ministro della Giustizia Andrea Orlando nell’incontro di oggi con i vertici del tribunale di Latina.

Un lungo pomeriggio nel corso del quale ha analizzato le problematiche più salienti del locale sistema giustizia e le possibili soluzioni insieme al presidente della Corte d’Appello Luciano Panzani, il presidente del tribunale Catello Pandolfi, quello della sezione civile Giuseppe D’Auria. In seguito il Ministro ha incontrato il presidente dell’Ordine degli avvocati Gianni Lauretti, i rappresentanti dell’Anm sezione di Latina e i rappresentanti sindacali.

“Intendiamo portare avanti una grande battaglia contro gli arretrati – ha spiegato il Ministro Orlando - , che pesano come un debito pubblico sul futuro del Paese, vista la mole dei debiti accumulati per pagare i risarcimenti dei danni derivanti dalle lungaggini processuali”.

Sul fronte del personale amministrativo, il Ministro ha annunciato che tra poche settimane verranno messe in atto formule di mobilità da altri rami della pubblica amministrazione, per potenziare il personale.

La scopertura dell’organico verrà riportata in linea con il dato nazionale, dal 30% (dato attuale del tribunale di Latina) a meno del 20%. Inoltre, grazie a una convenzione stipulata con la Regione verranno distribuite circa 300 unità lavorative in tutto il Lazio”.

“Quello di Latina è un tribunale in prima linea – ha commentato Orlando – nel capoluogo pontino, zona di espansione della criminalità, si stanno determinando fenomeni che un tempo erano tipici solo del profondo sud. Occorre ridisegnare la geografia della giustizia alla luce di un Paese che cambia non sempre in meglio”.

Il Ministro ha anche spiegato di voler procedere a risolvere alcuni problemi relativi al processo di informatizzazione nel penale, rispetto ai quali prospetta una risposta tempestiva. “La produttività dei magistrati del tribunale di Latina è molto alta ma se le toghe sono poche ovviamente i loro sforzi non bastano”. Poi la promessa di tornare tra qualche mese per un riscontro dei dati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento