Cronaca

Controlli della Guardia Costiera: sanzioni per 16mila euro, 200 attrezzature balneari sequestrate

L'attività dei militari contro il fenomeno delle occupazioni abusive degli arenili

Ancora controlli nell'ambito dell'operazione "Mare sicuro" da parte della Guardia costiera di Gaeta e Scauri. In seguito ad alcune segnalaziine di bagnanti che frequentano il litorale di Minturno, l'arenile libero nei pressi dei lidi “Tahiti”, “Mexico” e “Topless” e in prossimità della foce del Garigliano, sono stati effettuati mirati controlli, insieme al personale della polizia locale di Minturno e di funzionari dell’ufficio Igiene del Comune di Minturno, per reprimere e sanzionare l'occupazione dei litorali mediante il pre-posizionamento delle attrezzature balneari.

Durante gli accertamenti, sono state rinvenute numerose attrezzature balneari (81 ombrelloni, 54 tra lettini, sedie in plastica e sdraio di vario colore, 4 tavoli ed 1 gazebo in pvc di 9 metri quadrati). Tutto il materiale individuato è stato prontamente rimosso da personale incaricato dal Comune e posto sotto sequestro amministrativo.

Nel corso delle attività inoltre è stato rinvenuto un gommone di circa 4 metri, privo di motore, lasciato incustodito sull'arenile. A seguito delle verifiche effettuate è stato identificato il proprietario al quale è stata elevata la prevista sanzione amministrativa. In totale sono elevati 82 verbali amministrativi, con relativi sequestri, per un totale di 16.400 euro.

Le operazioni condotte hanno consentito la restituzione alla collettività di circa 3.000 metri quadrati di arenile. Un'analoga attività era stata effettuata il 14 agosto scorso, sempre dal personale della Guardia Costiera di Scauri. In quel caso, in località “Monte d’Argento” del comune di Minturno era stato verbalizzato, con una sanzione amministrativa pari a 1.032 euro, un soggetto autorizzato al noleggio di attrezzature balneari che aveva pre-posizionato, in assenza di clienti, 20 ombrelloni e 40 lettini, occupando abusivamente una porzione di arenile. Oltre alla sanzione amministrativa il trasgressore era stato opportunamente diffidato a rimuovere le attrezzature illecitamente posizionate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli della Guardia Costiera: sanzioni per 16mila euro, 200 attrezzature balneari sequestrate

LatinaToday è in caricamento