rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
I controlli di carabinieri e ispettorato del lavoro / Minturno

I furbetti del reddito di cittadinanza: percepivano soldi nonostante la detenzione

Tre persone denunciate dai carabinieri. Una delle quali continuava a ricevere il reddito della madre morta

Proseguono i servizi del controllo del territorio da parte della compagnia dei carabinieri di Formia finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riferimento a quelli contro il patrimonio. A conclusione di una mirata attività investigativa sono stati raccolti e sottoposti al vaglio dell’autorità giudiziaria di Cassino una serie di elementi a carico di alcuni soggetti ritenuti responsabili di aver percepito indebitamente il reddito di cittadinanza.

In particolare il comando di Minturno, insieme al personale del nucleo dell'ispettorato del Lavoro, ha denunciato una donna e due uomini di Minturno,  che, per ottenere il beneficio del reddito di cittadinanza, omettevano di comunicare all’Inps informazioni sul loro stato detentivo, percependo indebitamente denaro dal 2020 per un importo complessivo di circa 16mila euro.. Inoltre, la donna ha percepito indebitamente il reddito di cittadinanza spettante alla madre nel periodo successivo al decesso di quest’ultima, per un importo complessivo di circa 6mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I furbetti del reddito di cittadinanza: percepivano soldi nonostante la detenzione

LatinaToday è in caricamento