rotate-mobile
Cronaca Minturno

Tragico tuffo in piscina, muore il 32enne Arcangelo Moscaritolo

Il giovane di Minturno era con amici in una villetta di Formia. Probabilmente ha battuto la testa dopo essersi tuffato in acqua

E' finita tragicamente il sabato sera a casa di amici per un 32enne di Minturno. Arcangelo Moscaritolo è morto nella piscina di una villetta di Santo Janni a Formia per causa ancora in fase di accertamento.

La tragedia nella notte tra sabato 6 e domenica 7 agosto. La vittima, figlio dell'ex comandnate della stazione dei carabinieri di Minturno, era a casa di amici e si è tuffato in piscina e probabilmente ha battuto la testa. Inutili i soccorsi da parte del personale del 118 intervenuti su richiesta degli altri partecipanti dalla serata. Sul posto anche gli agenti del Commssariato di polizia di Formia che stanno svolgendo accertamenti per capire la dinamica dei fatti. Il corpo di Moscaritolo è stato trasportato presso l'obitorio di Formia a disposisizone della Procura della Repubblica di Cassino.

Grande partecipazione per la sua scomparsa anche sui socilal con decone di persone che si stringono ai genitori Giovanni e Giovanna. Tra questi anche il sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli. "La tua gioia di vivere irrefrenabile e contagiosa, il tuo sorriso grande e sincero, la tua generosità nei rapporti umani, la tua disponibilità verso le persone in difficoltà - scrive il primo cittadino - tutto questo rende ancora più difficile accettare la tragica notizia con cui stamane è iniziata questa domenica agostana. Mancherai Arcangelo Moscaritolo, che la terra sia lieve”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico tuffo in piscina, muore il 32enne Arcangelo Moscaritolo

LatinaToday è in caricamento