Paga in anticipo per un'auto mai consegnata: scoperti i responsabili della truffa

E' accaduto a Minturno dove i carabinieri hanno scoperto una seconda truffa con un falso annuncio di vendita su internet. Tre le denunce

Due truffe scoperte a Minturno dai carabinieri. In un caso i militari della stazione locale hanno denunciato a piede libero un 31enne e un 42enne di Venezia che avevano indotto, attraverso false inserzione su Subito.it, un uomo a pagare in anticipo la somma di 500 euro per l'acquisto di un'auto. I soldi richiesti erano stati accreditati su una carta prepagata postepay intestata a uno dei due truffatori, ma la vettura non era stata in realtà mai consegnata. Nel tranello era caduto un uomo di 73 anni di Minturno, che dopo essersi accorto della truffa aveva denunciato l'accaduto ai carabinieri. 

Un'altra truffa, sempre a Minturno, ha invece portato alla denuncia a piede libero di una donna di 37 anni residente a Milano. Lo scorso 26 novembre la signora era riuscita a farsi accreditare su una postepay 25 euro per l'acquisto di un giubbotto, anche questo mai consegnato. La querela era stata sporta da una ragazza di 25 anni e ora i carabinieri della stazione locale sono riusciti ad identificare la responsabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, Lazio a rischio zona arancione: cosa cambia per la provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento