Malore in mare: donna in villeggiatura muore nelle acque di San Felice Circeo

A perdere la vita un’anziana di 81 anni; il corpo rinvenuto da un bagnante. Sul posto la Guardia Costiera, i carabinieri e i sanitari del 118

Tragedia nelle acque di San Felice Circeo: una donna è morta in mare mentre faceva il bagno, probabilmente a causa di una malore. 

Come ricostruiscono dalla Guardia Costiera, il corpo dell’anziana di 81 anni è stato rinvenuto nella tarda mattinata di oggi nelle acque antistanti il litorale di San Felice Circeo, a qualche decina di metri dalla riva, da un bagnante durante un’escursione con un pattino. L’uomo è riuscito subito ad allertare i bagnini che si trovavano in servizio presso i vicini stabilimenti balneari, che sono intervenuti ed hanno provveduto al recupero del corpo.

Sul posto è prontamente giunto il personale dell’Ufficio Locale Marittimo – Guardia Costiera di San Felice Circeo, della locale Stazione dei carabinieri e i sanitari del 118 che dopo diversi tentativi di rianimazione, risultati vani, non hanno potuto che constatarne il decesso della donna, dovuto presumibilmente ad un malore.

La signora, di 81 anni, di origini campane e residente a Roma, si trovava in villeggiatura a San Felice Circeo. Dalle ricerche immediatamente avviate dal personale dell’Ufficio Locale Marittimo di San Felice Circeo, sono stati rintracciati i familiari della signora, che sono poi intervenuti sul posto per il riconoscimento della salma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Preso con 30 chili di droga confessa al giudice: "La trasportavo per conto di altre persone"

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • Si tuffa in mare per sfuggire ai carabinieri, nascondeva cocaina ed eroina. Arrestata

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

Torna su
LatinaToday è in caricamento