menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morta a 16 anni per overdose da eroina, rinviati a giudizio i quattro pusher

La ragazza morì nel 2015 dopo una dose massiccia di stupefacenti. Ieri l'udienza preliminare per i quattro uomini accusati di averle venduto la droga

Arianna Briasco è morta per overdose da eroina a 16 anni. Una dose che le era stata fatale. Il corpo era stato ritrovato senza vita nella casa in cui viveva con il padre. Per averle ceduto la droga andranno ora a processo quattro persone. Ieri nell'udienza preliminare davanti al giudice Giorgia Castriota si è svolta l'udienza preliminare a carico di quattro uomini, due italiani e due stranieri, uno dei quali irreperibile.

Un processo che riguarda però esclusivamente la cessione della dose di droga alla giovane Arianna, mentre un altro procedimento penale è aperto con un'altra ipotesi di reato: "morte come conseguenza di altro reato". 

I quattro pusher, due di 24 ani, uno di 27 e un altro di 40, sono stati rinviati a giudizio e il processo a loro carico si aprirà il prossimo febbraio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento