Venerdì, 19 Luglio 2024
Il tragico epiogo

Avvolta dalle fiamme mentre cucina, muore la donna rimasta gravemente ustionata

Per la 48enne non c’è stato nulla da fare; è deceduta all'ospedale Sant'Eugenio dove era ricoverata in condizioni delicate. Nell’incidente avvenuto in un’abitazione di Lavinio ad Anzio è rimasto ferito anche il marito

Non ce l’ha fatta la donna che era rimasta gravante ustionata in casa mentre stava cucinando nella sua abitazione nella frazione di Lavinio ad Anzio. La 48enne, originaria del Bangladesh, è deceduta nelle scorse ore in ospedale dopo aver lottato per quasi due giorni tra la vita e la morte. 

A dare la notizia RomaToday. L’incidente domestico di cui è rimasta vittima Shaleva Begam è avvenuto nella serata di martedì 2 maggio: mentre stava cucinando, secondo una prima ricostruzione, era stata avvolta dalle fiamme riportando ustioni sull’80% del corpo; soccorsa era stata subito trasportata in eliambulanza al centro grandi ustionati Sant’Eugenio di Roma in condizioni delicatissime. 

Ma purtroppo per la donna non c’è stato nulla da fare e i medici del nosocomio romano ne hanno accertato il decesso. 

Nello stesso incidente era rimasto ferito anche il marito della donna, un connazionale di 60 anni, che nel tentativo di soccorrerla aveva riportato ustioni di I e II grado alle mani; portato all’ospedale di Anzio è stato poi dimesso con una prognosi di 10 giorni. Sul posto, una volta lanciato l'allarme, erano intervenuti i sanitari del 118 e i carabinieri della locale Stazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvolta dalle fiamme mentre cucina, muore la donna rimasta gravemente ustionata
LatinaToday è in caricamento