rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Morti sul lavoro, a Latina 4 casi nel 2016. Triste primato del Lazio, maglia nera per la capitale

Roma registra il maggior numero di morti bianche con 19 vittime da gennaio a luglio 2016. L'indagine condotta dagli esperti dell'Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre sulla base di dati Inail

Un tragico scenario quello descritto per il 2016 dall'ultima analisi condotta dagli esperti dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre sulla base di dati Inail. 

"Da gennaio a luglio, infatti, nel nostro Paese si contano 562 infortuni mortali sul lavoro. Il numero purtroppo sempre drammatico vede una media di 80 vittime al mese, media che, calcolata settimanalmente risulta ancora più preoccupante raggiungendo i 20 infortuni mortali".

Secondo i dati analizzati per provincia, quella di Latina registra 4 casi di morti bianche. Ma è la situazione regionale a destare maggiore preoccupazione. Il Lazio è al terzo posto nella tragica classifica con 33 decessi. Drammatica la situazione della capitale: maglia nera per Roma che riveste un triste primato: al primo posto con 19 casi.

I dati si riferiscono ai decessi avvenuti da gennaio a luglio 2016. "L’unico dato positivo è rappresentato dalla diminuzione pari all’11,7% della mortalità in occasione di lavoro da gennaio a luglio 2016, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

L’Emilia Romagna, con 56 infortuni mortali registrati in occasione di lavoro nei primi sette mesi del 2016, si mantiene in prima posizione, superando il Veneto e la Lombardia che si localizzano a pari merito al secondo posto (44 vittime), terzo il Lazio (33).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sul lavoro, a Latina 4 casi nel 2016. Triste primato del Lazio, maglia nera per la capitale

LatinaToday è in caricamento