Cronaca

Ricordando Ajmone Finestra, intervento di Gasparri in Senato

Il senatore del Pdl Maurizio Gasparri, domani alle 11 in visita alla camera ardente di Ajmone Finestra, ha voluto ricordare l'ex sindaco pontino con un intervento in aula

L’intero mondo politico locale è stato sconvolto oggi dalla notizia della morte dell’ex sindaco di Latina e Senatore della Repubblica Ajmone Finestra. Tanti gli attestati di stima nei confronti di uno dei personaggi più importanti nella storia della politica locale.

Ma, a parlare di lui e ad esprimere il suo profondo cordoglio per la scomparsa dell’ex primo cittadino pontino, anche il senatore del Pdl Maurizio Gasparri, intervenuto oggi pomeriggio in aula. Gasparri sarà anche presente domani alle 11 nel capoluogo in visita alla camera ardente del senatore Finestra allestita presso il museo Cambellotti.

Riportiamo ora il testo integrale dell’intervento del senatore Maurizio Gasparri.

INTERVENTO MAURIZIO GASPARRI - “Signora Presidente, volevo brevemente ricordare la scomparsa del senatore Ajmone Finestra, componente di questa Assemblea nell'VIII e nella IX legislatura. (Applausi dei senatori Ciarrapico e Gramazio).

Ajmone Finestra si è spento oggi a Latina, all'età di 91 anni, città della quale fu eletto sindaco per due mandati. Egli è stato un volontario di guerra, un combattente, un uomo che con coerenza e passione ha rappresentato gli ideali nazionali; fu nel dopoguerra uno dei promotori della vita e dell'attività della destra politica italiana.

Nato a Todi, si era trasferito nella città che poi sarebbe diventata Latina nel dopoguerra, di cui nel 1993 fu eletto sindaco, nella prima occasione di applicazione della legge che prevedeva l'elezione diretta, in un'epoca in cui il partito cui apparteneva - insieme anche ad alcuni di noi - non aveva alleanze. Non c'erano poli e in occasione della prima sperimentazione di quel sistema elettorale Aimone Finestra fu eletto grazie al consenso diretto e popolare che la città di Latina gli tributò.

In precedenza, era stato attivo parlamentare nel Senato, protagonista di tante iniziative legislative. Dirigente politico fino alla fine della sua vita, nonostante l'età avanzatissima, ha partecipato con passione alla battaglia ideale, interpretandola con grande rigore, onestà e coerenza. Le sue idee potevano essere condivise o meno da tanti ma furono apprezzate da molti.

In un'epoca in cui della politica si dicono tante cose, e non sempre a torto, vogliamo ricordarlo per la sua tenacia, la sua passione civile, il suo amore di patria, il suo rapporto con il territorio, che, dopo l'elezione alla Regione e al Senato, lo portò a lasciare il Parlamento per dedicarsi alla guida della sua città, che oggi lo piange.

Credo sia giusto che non solo il nostro Gruppo parlamentare e coloro che lo hanno conosciuto, apprezzato e considerato, essendo un riferimento di moralità e onestà, ma anche l'Aula di Palazzo Madama, che lo vide protagonista, dedichi un momento di ricordo a questo italiano illustre che oggi ci ha lasciato”. (Applausi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricordando Ajmone Finestra, intervento di Gasparri in Senato

LatinaToday è in caricamento