menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Folgorato a Pontinia, esame esterno sul corpo. Continuano le indagini

Ancora tanti i nodi da chiarire sulla morte di Marco Evangelista colpito da una scarica di 20mila volt all'interno di una cabina dell'Enel. Un amico: "Eravamo lì per curiosare"

Sarà eseguito nella mattinata di domani l’esame esterno sul corpo di Marco Evangelista, il 31enne che nel primissimo pomeriggio di sabato scorso ha perso la vita dopo essere stato colpito da una scarica elettrica di 20mila volt.

Il giovane era entrato in una cabina dell’Enel che si trova all’interno del sito dismesso dell’ex Hilme in via dei Volsci a Pontinia quando il drammatico incidente gli è costato la vita.

Da quel maledetto momento un’intera città si è fermata, rimasta sotto shock per una notizia che aveva dell’incredibile. Tante le domande che si sono succedute immediatamente dopo l’incidente. Perché Marco Evangelista si trovava lì in quel momento? Cosa lo aveva spinto ad entrare all’interno della cabina?

E sono nodi che ancora in queste ore stanno cercando di sciogliere i carabinieri di Pontinia che seguono le indagini su incarico del sostituto procuratore Giuseppe Miliano. Secondo le prime parole rilasciate ai militari immediatamente dopo la morte di Marco Evangelista, un amico, che era con lui nel momento in cui si è compiuto il dramma, ha raccontato che si trovavano lì solo per curiosare.

Intanto le indagini continuano anche in merito alle misure di sicurezza della stessa area di via dei Volsci. La zona dell’ex fabbrica è gestita dal curatore fallimentare nominato dal tribunale, mentre il sindaco di Pontinia Eligio Tombolillo subito dopo la tragedia aveva precisato che l’incidente era avvenuto nella parte che non è stata rilevata dal Comune. Anche l’Enel, da parte sua, ha tenuto a sottolineare come l’accesso alla cabina di norma è possibile solo ai tecnici autorizzati. Anche da qui tutti i punti interrogativi.

Intanto domani il medico legale svolgerà tutti gli esami necessari, dopo di che il magistrato darà il suo lascia passare per il dissequestro della salma che tornerà così a disposizione dei familiari per i funerali che dovrebbero svolgersi nella giornata di mercoledì  a Pontinia, nella chiesa di Sant'Anna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento