Trovato senza vita nell’agriturismo: indagini per chiarire la morte di Giovanni Riccioni

Sarà l’esame autoptico a fare luce sulle cause del decesso del 53enne trovato senza vita all’interno della struttura di Sezze Scalo

Caserma dei carabinieri di Sezze

Sono in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri per fare piena luce sulla morte di Giovanni Riccioni, il 53enne trovato senza vita all’interno dell’agriturismo “Il Capannaccio”.

Il corpo è stato rinvenuto nel pomeriggio di ieri, lunedì 3 dicembre, all’interno della struttura di Sezze Scalo dove l’uomo, che ne era titolare, viveva.

Il corpo di Giovanni Riccioni, conosciuto alle forze dell’ordine per qualche problema in passato legato alla droga, è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sulla salma infatti, da quanto si è appreso, non sarebbero stati trovati segni di violenza e dalle prime ipotesi avanzate dagli investigatori sembra che la morte sia stata naturale. Sarà comunque l’esame autoptico che sarà eseguito sul corpo del 53enne a fornire elementi utili per fare piena chiarezza sulle cause del decesso. 

L’uomo era molto conosciuto e la notizia della sua morte ha fatto presto il giro del paese.     

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento