Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Muore per overdose in Rianimazione, era stato lasciato in pronto soccorso da uno sconosciuto

E' ancora da chiarire il decesso di E.F, 43 anni, di Latina, avvenuto il 3 giugno dopo due settimane di ricovero. Aperta un'inchiesta

E' morto dopo quasi due settimane ricoverato all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina, per un'overdose da cocaina. Ma il decesso di E.F., 43 anni, è ancora tutto da chiarire e sul caso c'è un'inchiesta aperta. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, il 21 maggio scorso l'uomo era stato lasciato in pronto soccorso forse da un conoscente. Era in overdose ma non aveva con sé documenti ed è stato trattato come "paziente ignoto". 

L'overdose gli ha poi causato un arresto cardiaco e le sue condizioni sono rapidamente peggiorate. E.F. è stato quindi trasferito nel reparto rianimazione dove è poi deceduto domenica 3 giugno.  Lavorava in un noto supermercato della città e lo conoscevano in molti. A fatica l'uomo è stato identificato dopo una segnalazione arrivata all'autorità giudiziaria dal personale sanitario del nosocomio e i familiari sono stati informati dell'accaduto solo dopo il decesso. 

Dopo il tragico epilogo dovuto a una massiccia assunzione di stupefacenti, molti aspetti di questa tragica storica restano da chiarire. A partire da chi lo ha accompagnato al pronto soccorso e chi gli ha fornito la dose letale di droga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore per overdose in Rianimazione, era stato lasciato in pronto soccorso da uno sconosciuto

LatinaToday è in caricamento