Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Trasportavano motori di auto rubate, in manette due uomini

Dopo aver forzato un posto di blocco sono stati costretti a svelare ai carabinieri la natura del loro carico: pezzi trafugati ad auto di lusso. Per loro l'accusa è di ricettazione

Hanno forzato un posto di blocco ma poi sono stati fermati dai carabinieri che hanno scoperto nel loro furgone una serie di motori di auto, che in seguito ad un successivo controllo, sono risultati rubati. In manette con l’accusa di ricettazione sono finiti due uomini di origine bulgara.

I due, all'alba di ieri mattina, erano in viaggio sulla strada regionale Monti Lepini, quando all'altezza di Sezze, sono stati avvistati da una pattuglia dei carabinieri del comando del capoluogo.

Per paura di essere scoperto, il guidatore ha deciso di non fermarsi all’alt che gli era stato intimato dai militari insospettiti dal furgone. Ne è nato un piccolo inseguimento che si è concluso poco dopo. Solo dopo essere stati raggiunti i cittadini bulgari hanno dovuto svelare alle forze dell’ordine la vera natura del loro carico. Nel camioncino erano stipati parti meccaniche e di carrozzeria di auto, nonchè 14 motori di vetture tra cui un Bmw.

Alla vista di tutto quel materiale, qualcosa non ha convinto i militari che hanno controllato la provenienza dei motori. Solo in seguito alle verifiche hanno scoperto che gran parte di questi appartenevano ad auto rubate. Per i due bulgari, A. D. di 46 anni e A. T. di 34 anni, sono scattate le manette per ricettazione.

Proseguono intanto le indagini per risalire alle auto degli altri motori e per individuare e scoprire l’eventuale partecipazione di altri complici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasportavano motori di auto rubate, in manette due uomini

LatinaToday è in caricamento