Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Movimento 9 dicembre, Calvani: “I presidi avanti ad oltranza”

Il leader pontino del coordinamento annuncia: "I presidi continueranno ad oltranza, resisteremo fino alla fine e torneremo a manifestare. I miei auguri vanno alle persone che non possono mangiare"

Presidi avanti ad oltranza, mentre per la giornata di oggi dovrebbe tenersi una riunione dei coordinatori nazionali per discutere la nuova linea del movimento dopo le recenti divisioni.

Ad annunciare i prossimi passi del Coordinamento 9 dicembre è uno dei suoi leader, il pontino Danilo Calvani. “L'Italia muore di fame e sempre più italiani stringono la cinghia: il mio augurio va alle persone che non possono mangiare, a quelle che non arrivano a fine mese, a coloro che non ricevono lo stipendio, ai disoccupati, alle persone in mobilità, agli imprenditori e a tutti coloro che resistono e che aspettano ancora il più grande dono da parte dello Stato: il riconoscimento dei propri diritti come il diritto al lavoro, alla casa e quindi il diritto alla vita".

Con queste parole Calvani fa i suoi auguri di Natale, annunciando che i presidi "continueranno ad oltranza: resisteremo fino alla fine". "L'Italia è un paese da riscrivere – afferma - dalla legge di stabilità che finirà per fare inghiottire un boccone amaro a chi ha già un'ulcera allo stomaco, alla legge elettorale che si beffa del cittadino portando in Parlamento sempre i nominati, al lavoro che è ormai un miraggio".

Calvani ribadisce che chi aderisce al movimento non è fascista. "Ci hanno detto di tutto, hanno detto che siamo fascisti e si sono dimenticati che il nostro comitato prende il nome dalla giornata nazionale in difesa della Costituzione caldeggiata anche dall'Anpi. Tra di noi ci son persone di destra, di sinistra e di centro". Dunque, "al di là del credo politico, per noi è un dovere sociale insorgere contro un governo che non rispetta i nostri diritti. Per questo chi ha creato la crisi deve andarsene via, subito e il Parlamento dovrà essere riempito di quelle facce che il popolo ha voluto e votato democraticamente".

Calvani lancia infine un messaggio al governo. "I nostri presidi continueranno ad oltranza, resisteremo fino alla fine per dare voce a chi voce non ha più, per sostenere le famiglie di chi si è suicidato anche in questi giorni. Noi non molleremo mai, è bene che il governo lo capisca. E torneremo a manifestare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movimento 9 dicembre, Calvani: “I presidi avanti ad oltranza”

LatinaToday è in caricamento