rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Tetraplegico in sciopero della fame per la pensione, muore Giuseppe Nardi

È morto nella notte tra il 9 e il 10 maggio all'età di 64 anni; Giuseppe Nardi di Sermoneta, tetraplegico da 23 anni per un grave incidente avvenuto nel 1991, combatteva la sua battaglia per una giusta pensione

È morto all’età di 64 anni mentre combatteva la sua battaglia per una giusta pensione. Si è spento nella notte tra venerdì 9 e sabato 10 maggio Giuseppe Nardi, tetraplegico da 23 anni, quando nel 1991 aveva avuto un terribile incidente stradale.

Dal 3 maggio scorso aveva iniziato uno sciopero della fame dopo che, per alcuni disguidi con l'Inps, non era riuscito dopo anni di lotte ad ottenere la giusta pensione. Da tempo, infatti, chiedeva all'Inps la differenza contributiva tra l'invalidità civile che gli era stata accordata nel 1991 – quando erroneamente gli era stata fatta proprio la pratica per l’invalidità civile - e la pensione di inabilità al lavoro.

Ricoverato martedì, a quattro giorni dall’inizio dello sciopero della fame e della sete, le sue condizioni sono apparse subito gravissime, fino al tragico epilogo di due notti fa. Da tempo Nardi aveva invocato l’eutanasia o il diritto di essere curato con metodi sperimentali o le staminali per la sua grave malattia ed è diventato un simbolo di questa battaglia in provincia di Latina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tetraplegico in sciopero della fame per la pensione, muore Giuseppe Nardi

LatinaToday è in caricamento