menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto dalla pagina Facebook del consigliere comunale Fabio D'Achille)

(foto dalla pagina Facebook del consigliere comunale Fabio D'Achille)

Street art contro la mafia: murale dedicato a Falcone e Borsellino nel cuore di Latina

Ha preso corpo durante la giornata l’opera in via Cattaneo realizzata dall'artista Cheone per il progetto Post. L’inaugurazione il 19 luglio per l’anniversario della strage di via D’Amelio

Ha preso corpo con il passare delle ore il maxi murale dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino nel cuore di Latina. L’opera è stata realizzata sulla parete, fino ad oggi dimenticata, di via Cattaneeo, vicino alle ex autolinee, nell’ambito di “Post - Progetto Opere di Strada” che si concretizzerà in tre giornate a Latina fino a venerdì 19 luglio. 

Post, spiegano gli organizzatori, è un progetto che ha “l'obiettivo di sviluppare e valorizzare il territorio urbano attraverso il movimento artistico culturale conosciuto come street art”, per “dare un'anima a zone grigie del territorio”. 

Intanto nella giornata di oggi ha preso vita l’opera che ritrae gli occhi, aperti sulla città, dei due giudici uccisi dalla mafia, realizzata in via Cattaneo, solo una delle strade scelte dagli organizzatori per dare anima alla "triste" parete, l’altra è viale IV Novembre. Il murale è stato realizzato da Cheone, artista conosciuto a livello nazionale per la sua tecnica del fotorealismo (video in basso dalla pagina Facebbok di Post). 

Le opere saranno inaugurate venerdì 19 luglio, proprio nel giorno del 27esimo anniversario della strage di via D’Amelio in cui perse la vita il giudice Paolo Borsellino insieme alla sua scorta. 

Il progetto Post sarà presentato dagli stessi organizzatori, Jaf Events and Communication e Rublanum Alternative, giovedì 18 luglio nel corso di un incontro al Museo Cambellotti. Parteciperanno gli assessori del Comune di Latina alla Cultura Silvio Di Francia e al Decoro Emilio Ranieri, insieme a Fabio D’Achille, presidente della Commissione Cultura, Giacomo Marinaro, curatore del progetto Post e a.p.s Rublanum, Pier Luca Dussich per l’associazione Jaf, Cheone e gli artisti del Collettivo 148 che hanno collaborato al progetto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento