Cronaca

Pd: “Museo Satricum allagato poco dopo la ristrutturazione”

La scoperta di quanto accaduto nel vembre scorso, quando il museo si è allagato pochi dopo la fine dei lavori, fatta dal consigliere Sarubbo che insieme alla Zuliani ha chiesto la convocazione urgente della Commissione Cultura

Allagato poco tempo dopo la sua ristrutturazione: questo quanto accaduto al museo Satricum a Le Ferriere.

“Il museo di Satricum lo scorso novembre si è allagato a causa delle abbondanti piogge ed è successo a pochi mesi dalla conclusione dei lavori di ristrutturazione che hanno interessato la struttura” ha denunciato il consigliere comunale del Pd Omar Sarubbo che ha fatto la scoperta scandagliando una delibera del 29 gennaio pubblicata sull’albo pretorio del Comune di Latina con la quale viene affidata ad una associazione del territorio la custodia del museo a Le Ferriere e la proroga della mostra ospitata al suo interno fino a novembre 2015.

Come spiega Sarubbo, “nei giorni 6 e 7 novembre 2014 – si legge nella delibera citata - l’area di Satricum è stata interessata da copiose piogge che hanno determinato un parziale allagamento dei locali che ospitano la mostra e che per gli stessi la Sovraintendenza dei Beni culturali ha richiesto apposti interventi nel merito”.

“Ma se i lavori di ristrutturazione e adeguamento dello stabile sono terminati solo qualche mese prima come è possibile che a novembre si sia allagato tutto? E perché una notizia così importante è passata in sordina?” si chiede il consigliere del Pd che ora vuole vederci chiaro e capire come tutto ciò è potuto accadere a soli cinque mesi dall’inaugurazione della mostra, come e da chi sono stati effettuati i lavori, quanto sono costati, quanto costerà “rimetterci mano” e rimediare al danno.

Per questo, insieme con la collega Nicoletta Zuliani, ha chiesto una convocazione urgente della commissione Cultura con audizione del responsabile comunale dei musei e di quello dei lavori pubblici. I democratici, si legge in una nota, “dai due dirigenti si aspettano di sapere quali motivazioni hanno determinato gli allagamenti nonostante gli interventi di ristrutturazione e adeguamento fossero stati eseguiti pochi mesi prima; la porzione e il relativo costo dei lavori a carico dell’amministrazione comunale; quali interventi dovranno essere nuovamente realizzati (o sono già stati realizzati) per mettere in sicurezza il sito in via definitiva ed evitare in futuro il presentarsi delle stesse problematiche; se le strutture e i reperti archeologici hanno subito danni”.

“Siamo da sempre convinti sostenitori della necessità di investire nella valorizzazione della cultura, del sito di Satricum e del sistema museale nel suo complesso – affermano Sarubbo e la Zuliani – ma vogliamo che si proceda con coscienza e professionalità, dunque chiediamo che emergano le eventuali responsabilità amministrative di chi ha operato con pericolosa approssimazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd: “Museo Satricum allagato poco dopo la ristrutturazione”

LatinaToday è in caricamento