Cronaca

Natante in avaria rischia il naufragio, 35enne salvato a Gaeta

Soccorso della guardai costiera: l'imbarcazione rischiava di naufragare sulla scogliera di Monte Orlando. Altro fine settimana di vigilanza e controlli sul litorale di Gaeta per la guardia costiera

Quello in corso è stato un altro fine settimana di controllo e vigilanza del litorale da parte degli uomini della guardia costiera di Gaeta che, in particolare con l’approssimarsi del ferragosto, hanno intensificato le loro attività a tutela del corretto uso del mare.

Durante il pomeriggio di sabato è stato tratto in salvo un uomo a bordo di un natante da diporto che rischiava di naufragare. L’episodio si è verificato a causa di un improvviso peggioramento delle condizioni metereologiche che hanno reso difficile la praticabilità del mare.

Per un’avaria al motore, infatti, il natante da diporto soccorso dagli uomini della guardia costiera intervenuti con una motovedetta e un gommone, stava rischiando di naufragare sulla vicina scogliera di Monte Orlando. Il gommone, ormai alla deriva, con a bordo M.E., 33enne formiano, è stato così recuperato dalla motovedetta e rimorchiato a Gaeta. Il giovane, provato ma in buone condizioni di salute, veniva raggiunto dai familiari.

Ma il lavoro della capitaneria di porto si è concentrato anche nel controllo e nella repressione delle condotte pericolose per la sicurezza della navigazione e della balneazione. Le violazioni hanno riguardato essenzialmente la navigazione delle unità da diporto nelle fasce di mare dove è vietato navigare, a tutela dell’incolumità dei bagnanti (250 metri dalle spiagge – 150 metri dalle coste a picco).

Nel pomeriggio di venerdì due natanti che navigavano in località 40 remi nell’area riservata alla balneazione, sono stato fermati e sanzionati dalle unità navali, mentre stamattina sul fronte ambientale, sempre la guardia costiera ha sanzionato tre unità da diporto che sostavano a Sperlonga, nell’area marina del Parco Regionale Riviera d’Ulisse, in violazione delle norme che tutelano quell’area di particolare pregio ambientale.

Oggi pomeriggio, infine, le pattuglie a terra e le unità navali della guardia costiera sono state impiegate a Fondi, a tutela della sicurezza della balneazione, per accertare il corretto svolgimento delle attività di kite surf in zona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natante in avaria rischia il naufragio, 35enne salvato a Gaeta

LatinaToday è in caricamento