rotate-mobile
Cronaca Gaeta

Ricerca beni sommersi nei fondali, navi della Marina a Gaeta

Le navi della Marina Militare, Caprera, Viareggio e Numana, sosteranno al porto di Gaeta durante il "Progetto ArcheoMar", la campagna di ricerca sui fondali dei mari italiani. Saranno aperte al pubblico per le visite

Sosteranno al porto di Gaeta, e saranno quindi aperte al pubblico per le visite, le navi Caprera, Viareggio e Numana impegnate nella campagna di ricerca sui fondali dei mari italiani nell'ambito del “Progetto ArcheoMar”, nata dall’attività congiunta proprio tra la Marina Militare e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo (MIBACT).

Dopo una sosta iniziale nel porto di Civitavecchia, le navi della Marina Militare appartenenti al Comando delle Forze di Contromisure Mine e delle Forze Ausiliarie, dal 7 al 12 aprile 2014 parteciperanno al progetto ArcheoMar, ospitando a bordo personale della Sovrintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale e della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio.

L’attività di ricerca subacquea si svolgerà nei siti archeologici delle acque antistanti Marina di Montalto di Castro e le isole pontine e sarà svolta dai cacciamine Viareggio e Numana con il supporto di Nave Caprera.

Le tre navi della Marina Militare faranno sosta nel porto di Gaeta e sarà possibile visitarle nei seguenti periodi:
-    Nave Caprera da martedì 8 a mercoledì 16 aprile, tutti i giorni, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00;
-    Nave Viareggio e Nave Numana sabato 12 aprile, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, e domenica 13 aprile, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricerca beni sommersi nei fondali, navi della Marina a Gaeta

LatinaToday è in caricamento