rotate-mobile
Il caso

La 'ndrangheta e i legami con la politica: il prefetto valuta la commissione d'accesso nei Comuni coinvolti

Dalle carte dell'inchiesta emerge l'appoggio dei componenti del gruppo alle elezioni di Anzio. Le reazioni all'operazione della Dda

Dopo la vasta operazione condotta dai carabinieri e coordinata dalla Dda di Roma, che ha portato a sgominare un'articolazione di 'ndrangheta tra  Anzie e Nettuno, il prefetto di Roma Matteo Piantedosi sta studiando il caso dei duecoinvolti e sta valutando sulla base delle carte dell'inchiesta se ci siano i presupposti per nominare una commissione ispettiva.

Si tratta del passaggio precedente allo scioglimento o al commissariamento delle amministrazioni. In sostanza il prefetto potrebbe valutare una commissione di accesso ai Comuni che si insedierebbe per svolgere un'analisi degli atti amministrativi, in particolare gli appalti, per verificare se ci siano state infiltrazioni della criminalità organizzata nell'attività dell'ente.

Sulla base dei risultati di queste analisi di norma si decide l'eventuale scioglimento. Il contesto del litorale romano è al centro dell'attenzione della prefettura già da temponell'ambito dell'attività di prevenzione che svolge l'autorità di pubblica sicurezza: a ottobre del 2020 la questione dell'ipotesi di infiltrazioni criminali sul litoralevenne affrontata proprio nel corso di un comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che si svolse a Pomezia a cui, oltre a Piantedosi prese parte il procuratore Michele Prestipino. Il Comune di Nettuno era stato già commissariato nel 2005.

L'ombra della 'ndrangheta sulle elezioni di Anzio: i risvolti dell'inchiesta

Zingaretti: "Liberati i territori di Anzio e Nettuno"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La 'ndrangheta e i legami con la politica: il prefetto valuta la commissione d'accesso nei Comuni coinvolti

LatinaToday è in caricamento