Cronaca

Profanate alcune tombe dei militari al "Campo della memoria" di Nettuno

Il sindaco Alessandro Coppola: "Profanare una tomba, indipendentemente dal colore politico, è sempre deplorevole. Un atto ignobile che condanno fermamente"

Sono state profanate la notte scorsa alcune tombe del 'Campo della Memoria' di Nettuno, cimitero militare in cui sono sepolti 35 soldati della X Mas morti nel 1944 nei combattimenti seguiti allo sbarco alleato di Anzio. A dare l'allarme sono stati i custodi della struttura, questa mattina, appena si sono accorti dell'accaduto.

Da qui la richiesta d'intervento ai carabinieri intervenuti nel camposanto di via Rocca Priora con gli investigatori del nucleo radiomobile della compagnia di Frascati insieme ai militari della stazione di Nettuno.

La profazione del cimitero militare ha trovato la ferma condanna del sindaco di Nettuno Alessandro Coppola: "Di fronte a tali gesti si resta incredibilmente nauseati: profanare una tomba, indipendentemente dal colore politico, è sempre deplorevole. Un atto ignobile che condanno fermamente. Le forze dell'ordine sono al lavoro, le indagini in corso, mi auguro che possano essere trovati al più presto gli autori di questo gesto infame".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profanate alcune tombe dei militari al "Campo della memoria" di Nettuno

LatinaToday è in caricamento