Domenica, 14 Luglio 2024
Il processo

Inchiesta ‘Olimpia’ ai titoli di coda, assolti Vincenzo Malvaso ed Elena Lusena

Ieri la sentenza della Corte di appello mentre la maggior parte dei reati a carico degli altri imputati sono ormai prescritti

Il processo ‘Olimpia’ si avvia verso la totale dissoluzione. Mentre stanno per andare in prescrizione quasi tutti i reati – alcuni sono già prescritti – ieri la terza sezione penale della Corte di appello di Roma ha assolto definitivamente l’ex consigliere comunale di Forza Italia Vincenzo Malvaso e il dirigente del Comune di Latina Elena Lusena dai reati di associazione per delinquere, falso e abuso in atti di ufficio. 

I due erano tra le 37 persone coinvolte nell’inchiesta che nell’autunno 2016 aveva portato all’esecuzione di una serie di misure cautelari per reati legati ai tre diversi filoni dell’inchiesta condotta dal pm Giuseppe Miliano: quello sui favori al Latina Calcio; quello relativo ai sei Piani particolareggiati approvati con incremento di cubature senza approvazione del Consiglio comunale e infine quello sulla concessione di appalti e incarichi a ditte e imprenditori “amici” senza gara. Tra le persone coinvolte l’ex sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi, l’ex parlamentare Pasquale Maietta, Paola Cavicchi, l’ex assessore all’Urbanistica Giuseppe Di Rubbo dirigenti e funzionari del Comune di Latina, tecnici e imprenditori. 

Malvaso e Lusena - assistiti dagli avvocati Renato Archidiacono e Leo Mercurio - avevano scelto di essere giudicati con il rito abbreviato e nel processo davanti al giudice per l’udienza preliminare Giorgia Castriota a luglio 2020 erano stati assolti perché il fatto non sussiste a fronte di una richiesta del pubblico ministero Giuseppe Miliano, titolare dell’indagine, di una condanna rispettivamente a quattro e cinque anni di carcere. La Procura aveva impugnato la sentenza ma il Procuratore generale Luisanna Figliolia ha rinunciato all’appello così la Corte non ha potuto fare altro che emettere una sentenza di assoluzione.

Il pronunciamento avrà sicuramente effetti nei confronti degli altri imputati che avevano optato per il rito ordinario e che sono attualmente imputati nel processo in corso davanti al Tribunale di Latina. Molti dei reati loro contestati, peraltro, sono già stati dichiarati prescritti, altri lo saranno nella prossima. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta ‘Olimpia’ ai titoli di coda, assolti Vincenzo Malvaso ed Elena Lusena
LatinaToday è in caricamento