Cronaca

Olimpia, l’accusa chiede 35 rinvii a giudizio e contesta l’associazione a delinquere

La requisitoria del pm Miliano nel corso dell’udienza preliminare di oggi in Tribunale

Oltre un’ora e mezza di requisitoria a conclusione della quale ha chiesto 35 rinvii a giudizio. Nell’udienza preliminare dell’inchiesta Olimpia questa mattina la parola è passata al pubblico ministero Giuseppe Miliano che a due anni dai clamorosi arresti di politici e imprenditori del capoluogo pontino ha presentato le sue richieste al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale Giorgia Castriota.

Fatti salvi i due imputati che hanno chiesto di essere giudicati con il rito abbreviato – l’imprenditore ed ex consigliere comunale Vincenzo Malvaso e il funzionario comunale Elena Lusena – per tutti gli altri il rappresentante dell’accusa ha chiesto che vengano rinviati a giudizio ripercorrendo le fasi principali dell’inchiesta che ha coinvolto, tra gli altri, l’ex deputato di Fratelli d’Italia Pasquale Maietta, l’ex sindaco Giovanni Di Giorgi, l’ex assessore Giuseppe Di Rubbo, funzionari comunali e imprenditori.

Miliano questa mattina in aula è tornato a contestare il reato di associazione a delinquere anche per il filone dell’inchiesta che si è occupato di materia urbanistica oltre che per quello relativo ai favori al Latina Calcio nonostante il Tribunale del Riesame abbia bocciato tale ipotesi. Per il pm invece esisteva un vero e proprio progetto per favorire gli imprenditori attraverso i piani particolareggiati e l’aumento di cubature. L’annullamento in sede di Riesame, ha spiegato iniziando così la sua requisitoria, non avrebbe intaccato l’impianto accusatorio che a suo avviso resta valido.

Nel ricostruire l’inchiesta ha ricordato come tutto sia partito dalle verifiche sulla gestione della piscina comunale - da qui il nome Olimpia dato all’operazione – per poi ampliarsi e attraverso le intercettazioni arrivare agli illeciti sulla società Latina calcio, sui Ppe e sugli affidamenti senza gara.

In chiusura di udienza ha parlato l’avvocato Cinzia Mentullo in rappresentanza del Comune di Latina che si è costituito parte civile,  poi il rinvio all’udienza del 21 dicembre quando inizieranno le arringhe degli avvocati difensori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpia, l’accusa chiede 35 rinvii a giudizio e contesta l’associazione a delinquere

LatinaToday è in caricamento