Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Sabaudia / Piazzale del Comune

Sabaudia promuove cultura e talenti nostrani con l'Omaggio alla Callas

Il ricordo dell'indimenticabile soprano, nelle sue vicende private quanto nei suoi successi artistici; un percorso per comprendere più intimamente le scelte artistiche della Divina, tra musica e parole

Inizio d’estate particolare, domenica 14 luglio presso la Corte Comunale di Sabaudia dove si è tenuto lo spettacolo Omaggio alla Callas, che attraverso il bel canto e la recitazione ha permesso al pubblico di entrare, anche se per poco, nel dorato ma altrettanto tormentato universo della Divina.

L’evento, organizzato dall’Associazione ArteOltre in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura Turismo e Spettacolo del Comune di Sabaudia, è stato un modo inedito di iniziare la stagione di intrattenimenti estivi del comune pontino, un modo che vuole promuovere la cultura, ma soprattutto i talenti della nostra provincia: come il soprano Laura Di Marzo (latinense d’adozione, già premio Pavoncella 2013 per la creatività artistica nel bel canto) e l’attrice Elisabetta Femiano (diplomata all’Accademia Nazionale d’arte drammatica Silvio D’Amico di Roma) che hanno portato in scena la Callas, cantante e donna.

Uno spettacolo all’insegna del dualismo e la contrapposizione, nero e bianco come i costumi delle protagoniste, luci ed ombre del successo, della vita quotidiana e sentimentale fortemente tormentata contrapposta all’universale consenso e all’adorazione dei fan in tutto il mondo.

Felice la scelta di abbinare recitazione e canto, discipline che la Callas, come pochi altri al mondo, ha saputo fondere ed esprimere facendo sognare intere platee. Canto e recitazione, dunque, che si alternano e si completano, che interpretano e rendono viva ancora per una sera Maria Callas. Le interpretazioni della Di Marzo e della Femiano, così ispirate e così sentite, hanno commosso il pubblico che ha seguito assorto tutto lo spettacolo.

Le arie scelte sono state le prove più difficili e al tempo stesso più riuscite della Callas, e Laura Di Marzo, accompagnata al pianoforte dal Maestro Claudio Martelli, ha saputo, con rispetto e assoluta padronanza della voce, creare momenti di assoluta magia per lo spettatore commosso dalla sua splendida interpretazione.

Allo stesso tempo, le letture di Elisabetta Femiano hanno incendiato gli animi del parterre, con la passione e la determinazione che ha contraddistinto Maria Callas sia nei momenti felici che in quelli più bui della sua esistenza.

Un binomio assolutamente vincente che ha posto i riflettori su due grandi artiste pontine che, nonostante il vento sferzante che ha spazzato la corte comunale per tutta la serata, hanno saputo coinvolgere ed emozionare il pubblico con maestria e professionalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabaudia promuove cultura e talenti nostrani con l'Omaggio alla Callas

LatinaToday è in caricamento