Cronaca Aprilia

Aprilia, ergastolo per l’uomo accusato dell’omicidio di Campoverde

Assolto il presunto mandante. Ieri sera la sentenza emessa dai giudici della Corte D'Assise di Latina. Il delitto a giugno del 2011 consumato tra i tavoli del bar Incontro ad Aprilia

L’uomo che gli inquirenti considerano l’esecutore materiale del delitto consumato tra i tavoli del bar Incontro a Campoverde, in cui perse la vita Ilir Lula, 42enne, albanese, è stato condannato al massimo della pena: ergastolo per Gazmir Hoxha, 38 anni, secondo l’accusa un vero e proprio killer professionista, ingaggiato per quel delitto da un altro straniero.

Rispetto a quest’ultimo, Xhemi Hysai, 48 anni, il tribunale non è stato dello stesso avviso. Considerato il mandante del delitto dall’accusa che anche per lui aveva chiesto l’ergastolo, per Hysai i giudici hanno deciso per l’assoluzione.

Questo il verdetto ieri pomeriggio dal presidente della Corte Pierfrancesco De Angelis, dopo circa tre ore di camera di consiglio.

Secondo l’accusa quella del 2011 era stata una vera e propria esecuzione, strettamente collegata a un altro omicidio, avvenuto tre mesi prima in via dei Rutuli. Già nell’immediato gli inquirenti avevano battuto la pista della vendetta, per la morte di un altro albanese di 32 anni, Hicaj Fitus.

Ricorrerà di certo in appello il legale di Hoxha, l’avvocato Alessandro Diddi. Per la difesa di Hisay, l’avvocato Tommaso Pietrocarlo, entrambi del foro di Roma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aprilia, ergastolo per l’uomo accusato dell’omicidio di Campoverde

LatinaToday è in caricamento