menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due omicidi in carcere a Frosinone: Cestra rinviato a giudizio. Nel 2013 uccise un'anziana a San Felice

L'uomo, originario di Sabaudia, è accusato dell'omicidio di due compagni di cella. Li avrebbe strangolati simulando un suicidio

Sta scontando in carcere la condanna a 18 anni di reclusione per l'omicidio di Anna Vastola, avvenuto a San Felice Circeo durante una rapina, e ora è stato rinviato a giudizio per due omicidi avvenuti nel carcere di Frosinone. Daniele Cestra, 42 anni di Sabaudia, è accusato di aver strangolato due detenuti compagni di cella, Giuseppe Mari e Pietro Paolo Bassi, facendo poi credere che si fossero impiccati. 

daniele cestra-2

La vicenda risale a tre anni fa quando la Procura, a seguito del secondo decesso avvenuto con le stesse modalità del precedente, cominciò ad indagare. Il medico legale che effettuò l'autopsia sostenne, proprio per i segni che riportava la vittima sul collo, che si era trattato di strangolamento. A quel punto era stata chiesta la riesumazione della salma del primo detenuto ucciso. 

Ieri, nel corso dell'udienza preliminare, l'uomo è stato rinviato a giudizio. E' stata negata una perizia medico legale sull'assassino e sulle vittime e il 42enne di Sabaudia comparirà davanti alla Corte d'Assise del tribunale di Frosinone il prossimo 16 dicembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento