Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Ucciso e gettato in un dirupo, ritrovato a Lenola il corpo di un allevatore

Si tratta di Armando Capirchio, 56 anni, originario della provincia di Frosinone. Il ritrovamento questa mattina in una zona impervia del comune pontino

E' stato ritrovato a Lenola il cadavere di Armando Capirchio, allevatore di Vallecorsa scomparso lo scorso ottobre. Il corpo è stato fatto a pezzi e gettato in un dirupo in una località impervia del comune pontino. A trovare il corpo dello sfortunato 56enne sono stati i carabinieri del comando provinciale di Frosinone, coordinati dal colonnello Fabio Cagnazzo e gli uomini del Soccorso Alpino e Speleologico.

A dare il nulla osta alle ricerche sono stati i magistrati della Procura che stanno seguendo la vicenda, il procuratore capo Giuseppe De Falco e il sostituto procuratore Vittorio Misiti. Le condizioni del corpo sarebbero fortemente comprosse. Sul luogo del ritrovamento, in località Ambrifi, stanno arrivando i carabinieri del Reparto Investigazioni Scientifiche di Roma ed un elicottero dei Carabinieri Forestali.

Corpo di Armando Capirchio rinvenuto a Lenola

Per la morte Capirchio da qualche mese è in carcere un suo conoscente, Michele Cialei accusato di omicidio volontario ed occultamento di cadavere. Il figlio del presunto assassino, di soli 20 anni, è stato iscritto sul registro degli indagati perchè sospettato di aver aiutato il genitore a far sparire il corpo di Capirchio. Ma non è da escludere che Michele Cialei possa aver avuto anche un altro complice che lo avrebbe aiutato a smembrare il corpo ed ad occultarlo in una zona impervia dei monti Aurunci, in territorio pontino.

Tutti gli aggiornamenti su Frosinone Today

Le foto di FrosinoneToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso e gettato in un dirupo, ritrovato a Lenola il corpo di un allevatore

LatinaToday è in caricamento