Cronaca

Omicidio a Formia, fermato un minorenne. Polizia al lavoro per ricostruire lo scenario

Per gli investigatori si è trattato non di un agguato ma di una rissa degenerata e scatenata a quanto pare da futili motivi. In queste ore il sopralluogo della polizia in via Vitruvio e l'analisi dei filmati delle telecamere di sorveglianza

Foto Ansa

E' in stato di fermo per omicidio e lesioni gravissime un 17enne originario di Casapulla, in provincia di Caserta, ritenuto il presunto autore dell'accoltellamento e dell'uccisione di Romeo Bondanese, 17 anni. Il minorenne è stato fermato subito dopo la rissa grazie alle testimonianze raccolte sul posto dagli agenti del commissariato di polizia. Tutto è accaduto a Formia intorno alle 19.30 di ieri, 16 febbraio, in via Vitruvio, una zona centralissima della città del sud pontino e punto di ritrovo per tanti giovani residenti.

Secondo la ricostruzione due ragazzi, appartenenti rispettivamente a un gruppo di Formia e a un'altra comitiva di Caserta, si sono affrontati a quanto pare per futili motivi. Ne è nato un violento diverbio e una colluttazione nella quale sono intervenuti subito dopo altri giovani dei due gruppi, in tutto una decina di ragazzi, in difesa dei rispettivi amici. Uno dei giovani coinvolti ha estratto un coltello e ha colpito alle gambe due avversari. Uno di loro, Romeo Bondanese, è stato raggiunto all'altezza dell'inguine e a nulla sono valsi i tentativi dei sanitari di salvargli la vita. Il fendente ha infatti reciso l'arteria femorale e il ragazzo, appena 17enne, è morto poco dopo l'arrivo in ospedale. Ferito a una gamba anche l'amico che era con lui, sottoposto a un intervento chirurgico e tuttora ricoverato al Dono Svizzero di Formia.

Il Comune di Formia proclama il lutto cittadino

Nell’immediatezza dei fatti un poliziotto e un agente penitenziario, che si trovavano sul posto ma liberi dal servizio, hanno bloccato uno dei partecipanti alla rissa, ferito a una mano, mentre si stava allontanando. I testimoni lo hanno indicato come il responsabile dell'accoltellamento. Il minore è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai poliziotti del commissariato di Formia e, su disposizione del pubblico ministero della procura presso il tribunale dei minori di Roma intervenuto sul luogo dell'accaduto, accompagnato in un centro di accoglienza della Capitale.

Si cercano ovviamente gli altri responsabili e partecipanti alla rissa e la polizia sta indagando anche per ricostruire lo scenario del delitto e il movente della lite. Per gli investigatori sembra però chiaro che non si sia tratto di un agguato, ma appunto di una rissa degenerata purtroppo in un omicidio. La polizia scientifica ha effettuato questa mattina un sopralluogo sulla scena del delitto, mentre continuano serrate le indagini per rintracciare gli altri eventuali aggressori anche grazie all'acquisizione dei filmati delle videocamere di sorveglianza che si trovano in zona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Formia, fermato un minorenne. Polizia al lavoro per ricostruire lo scenario

LatinaToday è in caricamento